Gaudenzi: "Ripresa tennis? Si decide entro il 15 maggio"

© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.

Il presidente dell'Atp ha spiegato: "Abbiamo una finestra che va dalle sei alle otto settimane per decidere se giocare o no un torneo, non di più"

ROMA - "Smettere ora non sarebbe saggio, nessuno sa cosa accadrà. Vogliamo rimanere ottimisti". È con queste parole che Andrea Gaudenzi, presidente dell'Atp, tiene aperta la possibilità di una ripresa del tennis. Al momento lo stop è previsto fino al 12 luglio e Gaudenzi in un'intervista pubblicata da Supertennis ha annunciato una data per le decisioni sul futuro: "Ci siamo dati il 15 maggio come data di scadenza per i tornei post Wimbledon a luglio e il primo giugno per decidere sugli appuntamenti di agosto. Abbiamo una finestra che va dalle sei alle otto settimane per decidere se giocare o no un torneo, non di più. Tra le opzioni potrebbero esserci le porte chiuse, oltre a varie scelte da fare in merito alle restrizioni per i viaggiatori". Intanto, in Canada hanno tenuto aperta la possibilità di far svolgere soltanto il torneo maschile della Rogers Cup, previsto dal 7 al 16 agosto a Toronto. Nelle scorse settimane, infatti, l'organizzazione della Rogers Cup ha cancellato definitivamente per il 2020 il torneo Wta Premier di Montreal, rimandandolo al prossimo anno con sede invariata. Tennis Canada, tuttavia, ha cancellato tutti gli eventi fino al 31 agosto ad eccezione dell'Atp Rogers Cup e del Masters 1000 in programma a Toronto. Restano poi i dubbi sugli Us Open, in programma a fine agosto, e su un ulteriore slittamento del via del Roland Garros, che potrebbe essere posticipato quindi di un'altra settimana per far spazio alla stagione sulla terra rossa che prevede anche gli Internazionali BNL d'Italia.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti