Polismile, ambizione e progettualità

Il Presidente Ghirlassi conferma la voglia di collaborare per il futuro del basket piemontese

Gestire una società sportiva, farla crescere, migliorare, vincere, è principalmente una questione di programmazione e organizzazione. Due concetti che fanno fatica a sopravvivere nel mondo stravolto da fattori esterni come la pandemia di Covid 19, che ha fermato lo sport italiano per diversi mesi. Ora, però, si deve pensare alla ripartenza, a progettare le prossime stagioni pur con tante incertezze. Una missione che LaPolismile Basket ha fatto sua, ampliando il settore tecnico con l'arrivo di allenatori come Mangione o Morone, e soprattutto non gettando la spugna ma rilanciando le proprie ambizioni.

Vittorio Ghirlassi, LaPolismile conferma il suo impegno nel mondo dello sport e nello specifico nella pallacanestro?
"Ovviamente. La nostra società è chiamata a proseguire il percorso di crescita sportiva iniziato qualche anno fa e che ci ha portato a costruire un settore giovanile d'eccellenza".
Non solo settore giovanile, però. Che campionato disputerà la prima squadra senior?
"Lo scorso anno abbiamo disputato la Serie C con ottimi risultati finché la stagione è proseguita. Quest'anno la prima squadra militerà nel campionato di Serie B, il terzo campionato nazionale. Ci confronteremo con le migliori squadre di basket piemontesi e liguri".
Quale sarà l'obiettivo?
"Non potremmo mai tradire la nostra vocazione: l'obiettivo sarà sempre far crescere le atlete del nostro settore giovanile, che anno dopo anno stanno dimostrando, grazie al lavoro del nostro staff tecnico, di meritare palcoscenici ambiziosi. La nostra missione è riportare il basket torinese il più in alto possibile agendo sui talenti futuri, formandoli, crescendoli".
LaPolismile è settore giovanile di Pallacanestro Torino. Come è stata presa la notizia della mancata iscrizione alla Serie A femminile?
"Siamo grati a Pallacanestro Torino per il percorso compiuto insieme. C'è molta vicinanza con il presidente Garrone e con la società che dovrà decidere come proseguire la propria attività. Ne approfitto per esprimere il nostro massimo sostegno e apporto a quelle che saranno le decisioni che saranno prese nelle prossime settimane".
LaPolismile si è dimostrata in questi mesi una società aperta alle collaborazioni...
"Come è normale che sia. In questo momento di grande incertezze sul futuro è fondamentale per il mondo dello sport non essere diviso da interessi personali ma unito dalla voglia di collaborare, di condividere gli sforzi e soprattutto le idee".
Collaborazioni confermate, quindi?
"Certamente. Proseguiamo il nostro lavoro di rete e collaborazione con il basket piemontese femminile e non solo. A livello di Minibasket prosegue il nostro lavoro in comune con il Kolbe, identificato nel progetto 'A scuola di basket', rivolto agli studenti delle scuole della Circoscrizione 3 e 4. Quest'anno abbiamo attivato due collaborazioni, con Bball e con Granda College Cuneo: LaPolismile vuole continuare ad essere una realtà ambiziosa, che vuole proseguire nel percorso virtuoso che ha fin qui compiuto e soprattutto aperta alla cooperazione per il bene del basket piemontese".

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti