Ford Mondeo, 2021 con la proposta crossover

La nuova sospensione a balestra ipotizzata per la futura generazione Mondeo lancia le indiscrezioni. Presentazione possibile nella seconda metà del 2022

La nuova generazione di Ford Mondeo è pronta a rivelarsi. Manca ancora più di un anno per la storica proposta nel segmento delle berline e station wagon di medie dimensioni. E le voci prevedono una carrozzeria vagamente crossoverizzata.

Rumours alimentati da un documento destinato alle officine Ford, relativo alle attrezzature necessarie per intervenire sui veicoli, dal quale si evince il codice di progetto e una peculiarità tecnica profondamente diversa dall'attuale Mondeo.

SOSPENSIONE A BALESTRA

Il documento, ripreso da Autocar, indica inoltre una soluzione solo apparentemente anacronistica. Infatti, la sospensione posteriore passerebbe dall’utilizzare le classiche molle elicoidali a un elemento elastico a balestra, installata trasversalmente.

Si tratta di uno schema utilizzato da Volvo XC90, con una balestra prodotta da Benteler Automotive, realizzata in materiale composito e dotata di diversi pregi, tra cui la leggerezza (5 kg in meno, non solo rispetto alle molle ma considerato il diverso schema e i relativi punti di attacco della sospensione posteriore) e la compattezza degli ingombri, a vantaggio di una maggiore capacità di carico nel bagagliaio.

MULETTI DI FOCUS WAGON PER LO SVILUPPO

La sigla che accompagna la futura Mondeo è la CD542, in precedenza indicata quale codice di progetto per la Ford Fusion, gemella destinata al mercato nordamericano.

I primi muletti con una meccanica destinata a Mondeo 2021 sono apparsi su strada la scorsa estate, utilizzando l’architettura C2 di Ford Focus station wagon, profondamente rivista nell’altezza da terra (decisamente superiore, anche alla Active) e un passo maggiorato.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti