Serie B, l'Ascoli vince ancora e si prende il primato. Entella ko in casa contro il Venezia

© LAPRESSE

I bianconeri di Zanetti abbattono lo Spezia per 3-0 e sono in testa alla classifica. La Virtus, invece, perde a Chiavari e ferma la sua corsa. Il Perugia batte il Frosinone, derby pazzesco tra Pisa ed Empoli

TORINO - Si arresta la marcia dell'Entella che perde a Chiavari facendosi fermare dal Venezia. L'Ascoli di Zanetti, invece, vince ancora per 3-0 contro lo Spezia e si prende il primo posto in classifica superando il Benevento che pareggia 1-1 contro il Pordenone alla Dacia Arena di Udine. Nel derby toscano tra Pisa ed Empoli, invece, è spettacolo con Frattesi che regala 3 punti agli ospiti di Bucchi all'ultimo secondo per il 3-2 finale dopo le doppiette di Mancuso e Marconi. Il Cittadella batte il Pescara al Tombolato per 2-1: gol decisivo di Diaw nella ripresa. Pareggio tra Livorno e Cosenza, mentre il Perugia batte il Frosinone dell'ex Nesta al Curi per 3-1 e si porta al secondo posto. Vittoria per 2-0 del Crotone allo Scida contro la Juve Stabia.

Tabellino Ascoli-Spezia

Entella battuta in casa, l'Ascoli non si ferma. Vince anche il Cittadella

Comincia male la gara della Virtus Entella che a Chiavari subisce subito il gol dell 0-1 da parte dello "squalo" Capello che sfrutta un'indecisione in area e fa 1-0 per il Venezia nei primi minuti della gara. Schenetti colpisce la traversa al minuto 21 e l'Entella rimane sotto alla fine del primo tempo. Anche nella ripresa ci riprova Schenetti, ma il Venezia tiene il vantaggio. Male la difesa dell'Entella, invece, al minuto 17 del secondo tempo subisce il raddoppio del Venezia da parte di Bocalon che lanciato in campo aperto non sbaglia e fa 2-0 per i lagunari. Nonostante i due gol di svantaggio, i liguri ci provano nel finale in superiorità numerica per l'espulsione di Maleh per fallo di reazione. Nonostante questo episodio favorevole, tuttavia, l'Entella non riesce ad invertire il trend negativo tra le urla e la rabbia di Boscaglia.

Il Cittadella, invece, passa in vantaggio dopo neanche 100 secondi grazie alla rete di Vita che sblocca il match contro il Pescara. Solo il Cittadella in campo nella prima parte del match con due occasioni per trovare subito il gol del raddoppio, ma che chiude la prima frazione sull'1-0. Al 3' del secondo tempo subito pareggio del Pescara con Machin che sfrutta un'uscita a vuoto di Paleari e mette a segno l'1-1 immediato. Non ci stanno i padroni di casa ad accontentarsi del pareggio e allora, al 75', ci pensa Diaw a riportare in vantaggio il Cittadella con un tiro fantastico da dentro l'area di rigore che si insacca sotto la traversa alle spalle di Fiorillo e vale per il 2-1.

Anche l'Ascoli al Del Duca inizia la gara in vantaggio con la rete di Ninkovic che trasforma il rigore al terzo minuto per sbloccare la gara contro lo Spezia. I liguri provano a rispondere alla rete dei padroni di casa rendendosi pericolosi, ma senza fortuna. E allora sono ancora i bianconeri che con Da Cruz riescono a raddoppiare sfruttando una dormita della difesa ligure. L'Ascoli legittima il vantaggio anche nel secondo tempo con il palo colpito da Ninkovic su punizione dopo che lo Spezia era rimasto in inferiorità numerica per la doppia ammonizione subita da Ramos. Ardemagni, poi, chiude il match con il 3-0 facendo esplodere ed esultare il Del Duca portando i bianconeri a quota 12 in campionato dopo 5 giornate. Rigore sbagliato nel finale per lo Spezia con Ricci che colpisce la traversa e chiude una serata storta per i liguri.

Tabellino Entella-Venezia

Le altre partite

Il Frosinone dell'ex Nesta comincia bene al Curi di Perugia che trovando subito il vantaggio grazie alla rete di Paganini dopo neanche 2 minuti di gioco. Il Perugia, però, non ci sta e reagisce immediatamente creando pericoli dalle parti di Bardi. Iemmello, poi, al minuto al 20' trova il pareggio da calcio di rigore e il suo quinto gol in campionato. Il 9 del Perugia, inoltre, fa in tempo anche a trovare il sesto, sempre da calcio di rigore, battendo Iacobucci per firmare il 2-1 a favore degli umbri. Paura, infatti, per Bardi che causa il rigore per fallo su Di Chiara, ma subisce un brutto colpo alla testa che lo costringe ad uscire in barella con la preoccupazione di staff medico e compagni di squadra. Ciano, nel finale della prima frazione, ci prova su calcio di punizione a segnare il primo gol del suo campionato, ma trova pronto alla deviazione in calcio d'angolo Vicario. Partita più bloccata nella ripresa rispetto allo spettacolo offerto nella prima frazione. La chiude Kouan nel finale che regala il 3-1 e 3 punti d'oro ad Oddo che è secondo in classifica alle spalle dell'Ascoli.

A Pisa, invece, la prima occasione della sfida arriva per i nerazzurri grazie a Marconi, in ottima forma, ipnotizzato da Brignoli che salva l'Empoli. Proprio gli ospiti, poi, trovano il vantaggio con Mancuso che con il destro batte Gori e fa 1-0 Empoli. Marconi pareggia il match e si riprende il posto di capocannoniere insieme a Iemmello facendo 1-1 nel derby toscano. Spettacolo anche nella ripresa a Pisa con emozioni da una parte e dall'altra: all'occasione di Bandinelli ad inizio ripresa risponde subito Marconi che con un tiro a volo stava per far esplodere i tifosi nerazzurri. Succede di tutto nel finale. Si riporta in vantaggio l'Empoli con la doppietta di Mancuso, subito ripreso dall'altra doppietta di Marconi che fa esplondere i tifosi del Pisa. Gioia che dura pochissimo, però, perché ci pensa Frattesi, al primo gol tra i professionisti, a regalare 3 punti all'Empoli al 95' con uno splendido destro all'incrocio che fa 3-2. Pazzesco derby toscano vinto dall'Empoli di Bucchi.

Ottimo inizio anche per il Benevento alla Dacia Arena di Udine con il gol di Kragl che al 12' porta in vantaggio i sanniti con un sinistro all'angolino imparabile: primo gol subito in casa dal Pordenone in stagione e vantaggio del Benevento. Dura solo 20 minuti il vantaggio degli uomini di Inzaghi che subiscono il pareggio alla fine del primo tempo grazie ad uno splendido terzo tempo di Camporese che sfrutta un ottimo calcio d'angolo e fa 1-1 alla Dacia Arena. Il Benevento cerca la vittoria con Sau al posto di Armenteros, ma i sanniti non riescono a superare la buona prova del Pordenone accontentandosi dell'1-1.

Allo Scida parte meglio il Crotone che con Gigliotti va vicino alla rete su calcio di punizione e, in generale, si rende protagonista di una buona prima parte del match trascinato da Maxi Lopez che, però, non riesce a timbrare il cartellino. Assedio del Crotone alla porta della Juve Stabia, ma il primo tempo si chiude 0-0 così come le prime due gare in casa dei calabresi che non hanno ancora segnato allo Scida. Per segnare questo primo gol allo Scida, dunque, Stroppa prova l'ingresso di Simy al posto di Maxi Lopez per scardinare la difesa della Juve Stabia. Continua a provarci la squadra di casa, ma anche Branduani risponde sempre presente. La vince il Crotone nel finale grazie all'uno due firmato Mustacchio e Benali che regala il 2-0 ai calabresi e i primi 3 punti in casa di questa stagione.

Il Livorno a Cosenza prova a trovare la seconda vittoria in campionato contro i calabresi che sono ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato. Nessuna emozione e solo 0-0 alla fine del primo tempo. Ad inizio ripresa, invece, avanti il Livorno grazie ad un super gol di Marsura che sblocca il punteggio in favore dei toscani. La riprende nel finale il Cosenza che fa 1-1 grazie a Nicolas Pierini con destro a giro imparabile.

Tabellino Frosinone-Perugia

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti