Ronaldo: "Non stavo bene, ma ho provato ad aiutare la Juventus anche da infortunato"

© AFPS

Parla Cristiano Ronaldo dopo la vittoria del suo Portogallo con il quale ha conquistato l'accesso alla fase finale degli Europei: "Nessuna polemica, tornerò presto al 100%"

LUSSEMBURGO - Dopo l'ultima gara vinta con il suo Portogallo in Lussemburgo, che ha dato il pass ai portoghesi per la fase finale di Euro 2020, Cristiano Ronaldo parla a "O Jogo" del suo momento, ritornando anche sulle sue condizioni fisiche: "Nelle ultime tre settimane sono stato limitato. Non c’era polemica nel mio gesto dopo il cambio contro il Milan, anche se sapete tutti che non mi piace essere sostituito. Ho provato ad aiutare la Juventus anche giocando da infortunato ed essere sostituito non piace a nessuno. Ma lo capisco, perché non stavo bene, come non ero al 100% in queste due partite”. Queste le parole del campione portoghese che spegne le polemiche e si dice concentrato sulla Juve.

"Presto al top"

“Quando mi devo sacrificare lo faccio, perché avevamo molte partite importanti in ballo. Con la Juve c’è l’Inter che ci mette molta pressione, con il Portogallo sapevamo che se non avessimo vinto entrambe le partite avremmo potuto essere fuori dall’europeo. Nella mia carriera non ho mai avuto grandi infortuni, grazie a Dio, ma sapevo di essere limitato come lo sapeva il club. Tornerò al 100% il prima possibile“. Conclude così le sue dichiarazioni Cristiano Ronaldo che sembra pronto a rientrare al massimo in Italia per aiutare i bianconeri in testa al campionato, anche se ha ammesso lui stesso di non essere al 100% e di aver bisogno di recuperare da alcuni problemi fisici.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti