Primavera, Atalanta-Empoli 4-0: i nerazzurri allungano sul Cagliari

Ghisleni sblocca nel primo tempo, poi i ragazzi di Brambilla dilagano nella ripresa con le reti di Cortinovis, Guth e Ghislandi

BERGAMO - L'Atalanta piega l'Empoli 4-0, nel recupero della sesta giornata del campionato Primavera: la formazione orobica ora si trova a 28 punti, 3 in più del Cagliari inseguitore.

Ghisleni apre le danze

Gli orobici fanno capire subito le loro intenzioni con Cortinovis, che al 4' manda il pallone sull'esterno della rete. I primi dieci minuti sono di marca nerazzurra: Colley sfiora il palo con una conclusione velenosa. La prima azione empolese degna di nota porta la firma di Belardinelli, al 14', ma la partita resta nelle mani dei padroni di casa. Colley si mangia le mani quando a tu per tu con il portiere azzurro si fa ipnotizzzare e manda fuori un'occasione clamorosa. Ma per il vantaggio atalantino bisogna aspettare altri 10 minuti: è il 31' quando Ghisleni, servito in area dopo che Hvalic aveva respinto un cross, realizza l'1-0. Cannavò prova a scuotere i suoi, con un bel cross che Heidenreich allontana in tutffo di testa. Colley, dal canto suo, continua a sbagliare occasioni da gol, con un tiro al volo che finisce largamente fuori.

Nerazzurri a valanga

Nè Brambilla nè Buscè effettuano campi nell'intervallo: i toscani rientrano in campo bramosi del pareggio. All'11 Colley cade in area, ma nonostante le sue proteste l'arbitro non concede il rigore. Il raddoppio bergamasco arriva comunque: Cortinovis appostato a centro aarea trafigge il portiere dell'Empoli poco prima dell'ora di gioco. Con in mano le redini della gara, la Dea si concede il 3-0 12 minuti dopo, con Rodrigo Guth di testa. E per poco i gol non diventano 4: nel corso della stessa azione, Colley timbra la traversa e Traore il palo. A chiudere definitivamente la pratica ci pensa il subentrato Ghislandi in pieno recupero, con una conclusione potente e precisa che vuol dire 4-0.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti