Mazzarri: "Toro, sono sicuro, domani farai una grande partita"

© Marco Canoniero

Il tecnico alla vigilia dello spareggio di andata con il Wolverhampton: "I miei giocatori daranno tutto, giocheranno con lo spirito Toro. E il pubblico sarà con noi". Nessun commento sull'arbitro portoghese, una designazione contestata: "Del suo operato parlerò dopo la partita"

Vigilia di Torino-Walverhampton, match di andata degli spareggi per l’accesso ai gironi di Europa League. Si comincerà domani sera nello stadio granata, che sarà stracolmo, quasi esaurito: "E sono sicuro che i tifosi ci daranno come sempre una grandissima mano, non ho il minimo dubbio. I tifosi non sono mai stati vicino a noi come adesso", dice Mazzarri. Sul campo, invece, le attenzioni saranno calamitate, sul fronte del Torino, innanzi tutto sulla nuova coppia di goleador, Belotti e Zaza, candidati a giocare di nuovo titolari, anche se Mazzarri utilizza pure le armi della pretattica. "Non vi dico la formazione. Ma posso dirvi che anche a loro due, come a tutti i giocatori, sto ripetendo le stesse cose: ovvero dare tutto e tradurre in pratica tutto quello che ci siamo detti e che abbiamo studiato in questi giorni, in queste settimane. Cioè entrambi le fasi di gioco. E le contromisure per creare difficoltà agli avversari, che sono una squadra forte e ben organizzata, arrivata settima nell’ultima Premier. Sono sicuro che il Toro disputerà una grande partita. Sono sicuro che verrà fuori proprio lo spirito Toro. E che non molleremo mai”.


Nessun commento, invece, sull’arbitro Dias, portoghese come gli assistenti che lo seguiranno domani (e i Lupi britannici hanno un allenatore portoghese, 7 giocatori portoghesi, 6 componenti dello staff tecnico anche loro portoghesi: e sono una singolare “emanazione” sportiva di un consigliere di riferimento speciale, il superagente di Cr7, il potentissimo manager internazionale Mendes, pure lui lusitano. La designazione per domani è contestabile sotto tanti punti di vista, infatti). Mazzarri: "Alla viglia non parlo mai di arbitri. Dopo le partite invece lo potrò fare: e vi dirò la mia anche sulla sua prestazione. lo, comunque, spero sempre che gli arbitri siano siano perfetti e non incidano nel risultato. Pensiamo a noi, adesso. Al processo di crescita esponenziale che dura da più di un anno. E domani mi attendo una conferma di tutto ciò, non un esame".

Articoli correlati

Caricamento...

Dalla home

Vai alla home

Commenti