Italia-Armenia 9-1: show assoluto degli Azzurri, doppiette per Immobile e Zaniolo

© www.imagephotoagency.it

Mancini chiude il girone di qualificazione di Euro 2020 a punteggio pieno in una partita di schiacciante superiorità: in gol anche Chiesa e il debuttante Orsolini

PALERMODieci vittorie su dieci nelle qualificazioni, undicesima di fila per Roberto Mancini. L’Italia batte ogni record e stupisce anche nel facile impegno casalingo del Barbera schiacciando l’Armenia con un pesantissimo 9-1 acquistando ancora più consapevolezza in questo straordinario cammino che porterà gli Azzurri a giocarsi le proprie carte a Euro 2020: in evidenza Immobile e Zaniolo, entrambi autori di una doppietta. Le altre reti sono di Barella, Romagnoli, Jorginho (su rigore), Orsolini che timbra l’esordio nel migliore dei modi e Chiesa che trova la prima firma in Nazionale.

Italia-Armenia 9-1: tabellino e statistiche

Italia, quattro gol nel primo tempo

Lo aveva detto alla vigilia (“Attaccheremo sempre e comunque a prescindere dall’avversario”), lo ha fatto stasera. Mancini e la sua Italia sono uno spettacolo continuo, a farne le spese stavolta è la povera nazionale armena che si trova già sotto di due reti dopo neanche dieci minuti: un uno-due firmato prima da Immobile e poi da Zaniolo che si consuma nel giro di 80 secondi. Il tris (29’) è opera di Barella che taglia al centro e sfrutta il bel lancio di Bonucci, il poker al 33’ viaggia ancora sull’asse Zaniolo-Immobile con il bomber della Lazio che sigla la doppietta personale: in mezzo alle due reti il palo colpito da Chiesa, sul finale di primo tempo invece un altro legno messo a referto ancora da Immobile.

Anche Orsolini e Chiesa in gol

La ripresa vede anche il debutto di Orsolini che prende il posto di Barella permettendo così a Zaniolo di arretrare a centrocampo. Il copione è sempre lo stesso: Azzurri alla costante ricerca del gol con qualità e pressione, Armenia impaurita e quasi mai “pericolosa” nell’area di rigore difesa da Sirigu. Di Lorenzo va vicino alla rete, Chiesa ancor di più perché colpisce il secondo palo della serata e Zaniolo, invece, trova la doppietta al 64’ con un bel sinistro dal limite. Al 69’ finisce la partita di Bonucci e comincia quella di Izzo, tre minuti più tardi va a segno anche Romagnoli con una zampata vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’Italia dilaga nel finale con il rigore trasformato da Jorginho e l’8-0 firmato di testa da Orsolini, l’Armenia “rimedia” con il gol della bandiera di Babayan che trafigge il neoentrato Meret. All’81’ l’attaccante del Bologna si veste da uomo assist e regala a Chiesa il pallone del 9-1.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti