Champions, goleade Real Madrid e City. Ok Bayern, suicidio Lione

© AFPS

Sei reti per Guardiola, cinque per Solari. 2-0 bavarese sull'Aek, i francesi si fanno rimontare due gol dall'Hoffenheim. 1-1 tra Ajax e Benfica. Nell'anticipo, il Valencia batte lo Young Boys

TORINO - In contemporanea con la Roma, corsara a Mosca col Cska, alle 18.55 il Valencia, inserita nello stesso girone di Juventus Manchester United, si prende i tre punti al Mestalla contro lo Young Boys, che non le permettono tuttavia di superare i Red Devils in classifica, in virtù della risposta di Mourinho all'Allianz Stadium di Torino. Sugli altri campi, pratiche sbrigate già dopo soli 45' per BayernManchester City Real Madrid. Pari tra Ajax Benfica, il Lione si suicida con l'Hoffenheim.

 

Girone H:

VALENCIA-YOUNG BOYS 3-1 (14' Santi Mina, 37' Assalé, 42' Santi Mina, 56' Soler)
Il tabellino della partita
Dopo due pareggi ed una sconfitta, il Valencia trova la prima vittoria stagionale in Champions League, scavalcando provvisoriamente il Manchester United al secondo posto del girone H, lo stesso della Juventus. Trascinata da Santi Mina Carlos Soler in serata di grazia, la banda di Marcelino liquida la pratica Young Boys 3-1, rischiando pressoché nulla e dominando la partita dal primo all'ultimo minuto. Soltanto il momentaneo pareggio di Assalé, che arriva dopo una grande giocata di Fassnacht, alimenta per qualche istante le speranze dei campioni elvetici in carica, prontamente respinte dall'immediato nuovo sorpasso valenciano. L'esterno destro classe '97 ispira, regalando due reti, una sulla ribattuta di un palo, l'altra con un assist diretto, al collega due anni più grande. Poi, si mette in proprio, siglando il gol che chiude definitivamente i giochi.

 

Girone E:

BAYERN MONACO-AEK ATENE 2-0
Il tabellino della partita
Qualificazione in cassaforte per il Bayern Monaco che, passeggiando, supera l'Aek Atene per 2-0. I greci provano a vender cara la pelle, finché le forze glielo consentono, poi crollano nella ripresa, cedendo anche al nervosismo (alterco tra la coppia di difensori di mister Ouzounidis). Un calcio di rigore ed un colpo di testa su calcio d'angolo bastano a Lewandowski per regalare i tre punti alla compagine di Kovac, sempre più prima: per gli ottavi basta un punto.

BENFICA-AJAX 1-1
Il tabellino della partita
L'uscita a vuota di Onana al 29' del primo tempo, da cui nasce il vantaggio lusitsano di Jonas, sembra rimescolare clamorosamente le carte del girone E di Champions League. L'Ajax, però, non si scompone, riorganizza le idee e prepara l'assedio all'Estodio do Sport di Lisbona, mettendo alle corde il Benfica, trovando il pareggio con Tadic (al 61') e riprendendosi il secondo posto solitario in classifica, con tanto di +4 sui portoghesi. Spettatore interessato il Bayern Monaco, che ringrazia.

 

Girone F:

OLYMPIQUE LIONE-HOFFENHEIM 2-2
Il tabellino della partita
Dilapida il doppio vantaggio firmato Fekir Ndombele che, in soli 28', sembrava aver fatto calare il sipario sulla partita, il Lione, rimontato da un Hoffenheim mai domo. Ancora protagonista il brasiliano Joelinton, come nella gara d'andata, autore del 3-3 al 92': stavolta serve a Kaderabek il pallone del clamoroso pareggio, che valorizza anche il parziale 2-1 di Kramaric, tenendo ancora accesa, in casa tedesca, la fiammella della speranza in chiave passaggio del turno.

MANCHESTER CITY-SHAKHTAR DONETSK 6-0
Il tabellino della partita
Il Manchester City stacca il pass per gli ottavi di finale di Champions grazie alla netta vittoria sul malcapitato Shakhtar. Ucraini mai in partita e "Sky blues" che aggrediscono l'avversario, dominando in lungo e in largo. A David Silva bastano 14' per trovare la via del gol che sblocca il risultato, poi, il clamoroso abbaglio dell'arbitro, l'ungherese Kassai, che non vede Sterling inciampare con la punta del proprio scarpino e concede il calcio di rigore, regala a Gabriel Jesus l'opportunità di chiudere i giochi già al 24'. Pratica chiusa, ma c'è tempo per ingrassare il tabellino: l'attaccante giamaicano naturalizzato inglese trova il tris in avvio di ripresa con un perfetto destro dal limite, il collega brasiliano si ripete dagli undici metri al 71' e con un destro da fuori al 92', cui si aggiunge il colpo da biliardo di Mahrez per il 6-0 finale.

 

Girone G:

VIKTORIA PLZEN-REAL MADRID 0-5
Il tabellino della partita
Nel girone della Roma, capolista per qualche ora, si riprende la vetta il nuovo Real Madrid targato Santiago Solari. Lo fa con una vittoria netta, un pokerissimo che lascia poco spazio alla fantasia. Eppure, il Viktoria Plzen ha qualcosina da recriminare, esattamente come nella gara d'andata. Prima la traversa colpita nella propria porta da Casemiro, poi il contatto "dubbio", per usare un eufemismo, Sergio Ramos-Havel nell'area di rigore merengues, non sanzionato dall'arbitro Aytekin. Quindi, il crollo. Alla Doosan Arena si scatena Benzema, autore di due gol (201 in totale nella capitale spagnola) e un assist (per Bale), cui si aggiungono le firme di Casemiro e Kroos nel 5-0 finale.

Articoli correlati

Commenti

Dalla home

Vai alla home