Mundo Deportivo: «Bologna su Halilovic, talento croato del Milan»

© LAPRESSE

Con i rossoneri ha collezionato appena 60 minuti in Europa League. Il suo acquisto garantirebbe a Pippo Inzaghi tecnica e geometrie in mezzo al campo

TORINO - Dopo gli acquisti di Sansone e Soriano, la squadra mercato del Bologna continua a lavorare per regalare a Pippo Inzaghi gli uomini giusti per uscire dai bassifondi della classifica di Serie A e conquistare una salvezza tranquilla. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo Mundo Deportivo, infatti, i rossoblù sarebbero sulle tracce di Alen Halilovic, talento croato passato al Milan quest'estate, ma che finora ha collezionato solo 60 minuti in tre spezzoni in Europa League. L'ex Dinamo Zagabria nei giorni scorsi era vicino al trasferimento in Turchia, al Besiktas, ma l'interessamento del Bologna potrebbe bloccare tutto e far rimanere il calciatore nel campionato italiano. Alen non rientra più nei piani tattici di Rino Gattuso e la società rossonera è pronta ad ascoltare tutte le offerte che perverranno per il gioiellino classe '96. In Emilia troverebbe sicuramente più spazio e potrebbe garantire a Pippo Inzaghi qualità e geometrie in mezzo al campo. 

GLI ESORDI - Halilovic firma il suo primo contratto da professionista nel giugno 2012, con la Dinamo Zagabria. Qualche mese dopo, il 27 settembre 2012, arriva il suo esordio in una gara ufficiale, un match per niente banale, il Derby Eterno contro l’Hajduk Spalato (vincerà la Dinamo 3-1). Entrando a dieci minuti dal fischio finale al posto di Sammir, Alen è il più giovane debuttante nella squadra croata, 16 anni e 101 giorni. La settimana dopo segna il suo primo gol nel 4-1 contro lo Slaven Belupo e conquista un altro record: è il più giovane ad aver segnato un gol nel campionato croato (precedentemente a detenere il record era Mateo Kovacic, che aveva segnato il suo primo gol a 16 anni e 113 giorni). I numeri, dunque, sono dalla parte del calciatore. La carriera di Halilovic ha vissuto a Milano una battuta d’arresto, ma al Dall’Ara potrebbe arrivare la sua definitiva consacrazione.  

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti