Juventus, Rabiot in pole per il dopo Pjanic

© AFPS

Psg, Chelsea, Barça e City per Miralem. Ramadani, nuovo procuratore del bosniaco, scatena l’asta: la Juve vuole 100 milioni e punta il francese

TORINO - Miralem Pjanic ha un piede fuori dalla Juventus. Il nuovo manager Fali Ramadani è, infatti, in missione per i grandi club europei dopo l’incontro della scorsa settimana con il regista bosniaco a Milano. E in questo momento ci sono quattro società interessate: il Barcellona, il Psg, il City e il Chelsea, non necessariamente in quest’ordine di priorità. La Juventus, da parte sua, continua a ribadire di non aver messo sul mercato il giocatore e di volerlo trattenere. Tuttavia, secondo la filosofia bianconera, se Pjanic dovesse esprimere il desiderio di andare via, potrebbe essere accontentato: a patto che la richiesta arrivi in allegato a un’offerta di cento milioni o giù di lì. Altrimenti la risposta di Beppe Marotta sarà un educato “no grazie”. Dato questo scenario, la Juventus si sta guardando in giro per preparare un possibile dopo Pjanic. E l’attenzione di Marotta e Paratici si è concentrata sul ventitreenne centrocampista francese del Psg Adrien Rabiot, che avevano già corteggiato quando il giocatore aveva 17 anni e sembrava sul punto di rompere con i parigini. Va subito detto che Rabiot non è, tecnicamente, un sostituto di Pjanic, soprattutto alla luce di sue recenti dichiarazioni nelle quali sosteneva di non voler più giocare come centrocampista centrale, ma solo come mezzala. Tuttavia, Rabiot piace per l’età, la tecnica, il fisico e l’esperienza internazionale già consistente.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

 

Articoli correlati

Ultimissime

Commenti

Dalla home

Vai alla home