Juve, niente paura: le possibili avversarie in Champions

<p>Ecco le squadre agli ottavi divise per grado di difficoltà, dalle meno alle più temibili</p>
©
PORTO: 2 STELLE. I portoghesi hanno la seconda media gol fatti tra le qualificate ai quarti, 2,38 a partita come il Barcellona, e la quarta per i gol subiti, 1 come City, Ajax e Liverpool. Al di là dei numeri (frutto anche del girone più morbido, con Schalke, Galatasaray e Lokomotiv Mosca), il Porto resta la squadra meno forte (meno forte, non più debole, sia chiaro) tra quelle giunte ai quarti. Sarebbe il sorteggio migliore per la Juventus.
© Getty Images
TOTTENHAM: 3 STELLE. Squadra a due facce. Quando attacca può far male a qualsiasi difesa, con la forza e il senso del gol di Kane, la qualità e la velocità di Alli, Eriksen e Son. La fase difensiva però lascia a desiderare (con 1,25 gol subiti a partita ha la media peggiore tra le qualificate ai quarti) e contro la Juventus ha pagato questo difetto a caro prezzo già<br/>agli ottavi della scorsa stagione. Esperienza che sicuramente è servita, ma se il confronto dovesse ripetersi la Juventus sarebbe ancora favorita.
© AFPS
<p>Ecco le squadre agli ottavi divise per grado di difficoltà, dalle meno alle più temibili</p>
© www.imagephotoagency.it
 MANCHESTER UNITED: 3 STELLE. Altra squadra che agli ottavi ha compiuto una rimonta clamorosa, vincendo 3-1 in casa del Paris Saint Germain dopo il 2-0 subito a Old Trafford. Rimonta arrivata dopo una prestazione ben diversa da quelle dominanti di Ajax e Juventus: a Parigi lo United ha sofferto, sfruttando un errore di Kehrer, uno di Buffon e un rigore concesso per un tiro deviato con il gomito da Kimpembe. Quando la fortuna si ripete (i Red Devils avevano vinto a Torino con la Juve una partita in cui erano stati dominati e che avrebbe potuto costare loro la qualificazione), però vuol dire che è accompagnata da altro. Lo United sa difendersi e soffrire e ha qualità sufficiente per poter colpire qualsiasi squadra. La Juventus però è più forte.
© www.imagephotoagency.it
 LIVERPOOL: 4 STELLE. Lo scorso anno si arrese in finale al Real perdendo per infortunio Salah e condannato dagli errori del portiere Karius. Tra i pali è arrivato Alisson e quel problema si è trasformato in un punto di forza, mentre l’egiziano continua a formare un tridente difficile da arginare con Mané e Firmino. Squadra pericolosissima negli spazi e
© Bongarts/Getty Images
MANCHESTER CITY: 5 STELLE. Seconda rosa più preziosa al mondo dopo quella del Barcellona (1,14 miliardi), un allenatore come Guardiola con due Champions in bacheca che da tre stagioni sta plasmando la squadra con le sue idee. Il risultato sono più di tre gol segnati a partita in questa Champions, la miglior media in assoluto, contro 1 subito (solo Barcellona e Juventus con 0,75 e Manchester United con 0,88 hanno fatto meglio tra le qualificate ai quarti). E’ l’altra squadra, con il Barcellona, che affronterebbe la Juve da pari a pari: anche se i bianconeri hanno più esperienza a questi livelli e... Ronaldo.
© AFPS
 BARCELLONA: 5 STELLE. E’ la favorita di Massimiliano Allegri, che di solito i pronostici non li sbaglia ma spera che questo faccia eccezione. E’ soprattutto, l’unica squadra ad avere un giocatore che può guardare negli occhi Cristiano Ronaldo: Lionel Messi. Al quale si aggiungono tutte le altre stelle della rosa più preziosa del mondo, secondo il sito specializzato transfermarkt: 1,18 miliardi di euro contro i 782,5 milioni di quella bianconera (10ª in classifica). Il valore di mercato (influenzato anche da età e durata del contratto) però non corrisponde a quello sul campo: la rosa juventina non ha nulla da invidiare a quella blaugrana. Quella con il Barça sarebbe una delle sole due sfide che non vedrebbero la Juventus favorita, ma neppure il contrario.
© www.imagephotoagency.it

Per Approfondire

Commenti

Dalla home

Vai alla home