21 aprile 2017

Il Monaco prepara la vendetta: «Juventus, non abbiamo paura». Giuly: «2-1 all'andata a 1-1 a Torino»

EPA © EPA
Il vicepresidente Vasilyev: «Anche noi siamo migliorati rispetto a due anni fa. La nostra squadra non ha limiti»

NYON (Svizzera) - I russi del Monaco non hanno paura, anzi, preparano la "revanche", la vendetta. I precedenti tra il club del Principato e la Juventus non sono certo favorevoli e proprio due anni fa i bianconeri li hanno eliminati ai quarti. 

«SENZA LIMITI» - "Nessuna delle avversarie sarebbe stata facile da affrontare - dice il vicepresidente Vadim Vasilyev -: due anni fa la Juve era una grande squadra e ora si è rinforzata. Ma lo siamo anche noi. La nostra squadra non ha limiti: è giovane e non ha paura". 

L'ARBITRAGGIO - Vasilyev ricorda il doppio confronto di due anni fa. "L'arbitraggio favorì la Juventus. Questa volta mi auguro che la direzione di gara sia di alto livello".

Gli fa eco Ludovic Giuly, ora dirigente del Monaco: "Siamo pronti ad affrontare chiunque. I nostri sono giovani, hanno talento e follia. Sarà una sfida tra esperienza contro gioventù. Questa squadra è simile a quella del 2004 che ha raggiunto la finale (persa contro il Porto di Mourinho, ndr), ma ha più talento".

IL PRONOSTICO - "Come finisce? 2-1 al Louis-II - conclude Giuly - e 1-1 a Torino"

Commento inviato. Verrà pubblicato al più presto.
Errore nell'invio del commento, riprovare.