Us Open, Federer va fuori con Millman. Avanti Cilic

© AFPS

Clamorosa sconfitta del numero 2 al mondo in quattro set, per mano dell'australiano n° 55 Atp. Il croato di Medjugorje, invece, batte 3-0 Goffin

NEW YORK (Stati Uniti) - Clamorosa sorpresa negli ottavi di finale degli Us Open: lo svizzero Roger Federer, numero 2 del mondo e del seeding, è stato eliminato dall'australiano John Millman, numero 55 Atp, nel match che chiudeva il programma sull'Arthur Ashe Stadium: 3-6 7-5 7-6(7) 7-6(3) lo score, dopo 3 ore e 34 minuti di gioco in favore del 29enne di Brisbane, per la prima volta alla seconda settimana di uno Slam. Per il 37enne campione di Basilea, vincitore di 20 titoli Major, un'altra delusione dopo il ko nei quarti di finale a Wimbledon. Solo un'altra volta in carriera il fuoriclasse elvetico aveva perso con un giocatore fuori dai primi 50 del ranking dopo essersi aggiudicato il primo set: era accaduto contro l'ucraino Sergiy Stakhovsky a Wimbledon nel 2013. L'elvetico, dopo aver fatto sua la prima frazione, si è trovato avanti 5-4 e 40-15 al servizio ma non è riuscito a portarsi in vantaggio di due set, complice una battuta meno efficace del solito (45% di prime nel 1° set e addirittura 31% nel 2°, alla fine 13 ace ma ben 10 doppi falli, uno proprio a regalare il 5-5 a Millman). Federer, costretto a fare i conti con la pesante umidità, si è procurato un set point poi anche nel tie-break del terzo set (6 a 5) ma non ha saputo sfruttare a dovere una seconda di servizio dell'avversario, che nella quarta partita ha saputo recuperare dal 2-4, portando l'epilogo al tie-break, dove ha concesso appena 3 punti al fuoriclasse rossocrociato (77 errori non procurati contro i 28 del rivale).

Quarti di finale, contro il giapponese Kei Nishikori, per Marin Cilic, in un remake della finale del 2014 vinta proprio dal croato. Numero 7 Atp e del torneo, il 29enne di Medjugorje ha superato per 7-6(6) 6-2 6-4, in due ore e 24 minuti, il belga David Goffin, numero 10 della classifica mondiale e del seeding, sconfitto per la terza volta su tre sfide. In una partita costellata da tanti errori, anche per via delle difficili condizioni meteo, il belga è andato a servire per il primo set (5-4), ma ha subito il ritorno di Cilic, che ha recuperato e poi al tie-break è riuscito a spuntarla per 8 punti a 6 complice anche qualche regalino di Goffin. Il quale si è trovato costretto ad inseguire nella seconda frazione, sventando anche l'opportunità di un doppio break che avrebbe spianato la strada al croato. Il croato, salvate due palle per il 3-3, si è issato 4-2 e ha intascato il set senza problemi. Tre break consecutivi hanno aperto il terzo, due dei quali ad opera del finalista degli ultimi Australian Open, che ha gestito la situazione e solo nel decimo game dopo aver mancato due match point ha dovuto cancellare una chance del 5-5, facendo leva sulla potenza della battuta, per poi convertire la terza occasione con un bel diritto incrociato in corsa.

(In collaborazione con Italpress)

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home