New Stratos, a Ginevra ritorna la sportiva del mito Lancia

La Manifattura Automobili Torino curerà la realizzazione di 25 esemplari su base Ferrari 430 Scuderia

Se l'automobile italiana targata Alfa Romeo è ormai avviata a concludere quello che Sergio Marchionne ha definito "un periodo di Restaurazione", all'appello manca ancora Lancia, e del marchio milanese c'è una vettura che manca più di altre. Sarà una festa a metà duella del Salone di Ginevra 2018, per sarà proprio Stratos a tornare, purtroppo non nella sua veste ufficiale con il marchio Lancia, ma per fortuna con un progetto che ne rappresenta in pieno il carattere di icona di design e sport, contemporaneamente.

La Manifattura Automobili Torino curerà la realizzazione di 25 esemplari di una tiratura estremamente limitata della Stratos, anzi Nuova Stratos, riprendendo fedelmente il progetto firmato Pininfarina nel 2010 secondo la richiesta del collezionista tedesco Michael Stoschek, che ha autorizzato fortunatamente la replica.

Da una vettura one-off nasce ora una serie ispirata alla Stratos HF Stradale, sviluppata sul telaio della Ferrari 430 Scuderia, accorciato di 20 centimetri, per una lunghezza complessiva di 4,181 metri. Dalla Rossa eredita anche il motore, il V8 di 4.3 litri portato a quota 540 cv e sistemato in posizione posteriore-centrale come da tradizione. Di derivazione Ferrari anche il cambio 6 marce, ottimizzato per ridurre i tempi di cambiata a soli 60 millisecondi. Le prestazioni si preannunciano di alto livello: accelerazione 0-100 km/h in 3,3 secondi e da 0-200 in 9,7; velocità massima 274 orari.

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home