Formula E Parigi, Vergne vince in casa e vola in classifica

Il pilota francese domina l'8° round stagionale di Formula E allungando in classifica generale. Secondo un grande Di Grassi

ROMA – Per Jean Eric Vergne è la vittoria più bella. Non solo perché conquistata davanti al pubblico di casa, con la Marsigliese che risuona davanti alla cupola dorata de Les Invalides. Ma soprattutto perché consente al pilota Techeetah di assestare un colpo micidiale agli avversari in ottica titolo, allungando in classifica generale sull'agguerrito Sam Bird (DS Virgin Racing), oggi terzo al traguardo, alle spalle del campione in carica Lucas Di Grassi (Audi Sport Abt), autore di un'altra grande gara.

Per Vergne è stato il sabato perfetto, dopo la delusione dell'E-Prix di Roma: scattato dalla pole detta fin da subito il passo, cercando di scollarsi dal posteriore Bird e il compagno di squadra André Lotterer. Nel frattempo Di Grassi minaccia fin da subito Engel per il quarto posto e Felix Da Costa è costretto al ritiro.

Non sono mancati, come sempre, i colpi di scena: al giro 1 contatto tra Evans e Blonqvist, mentre al giro 13 viene esposta la bandiera nera con disco arancio per Prost, che stava procedendo con l'ala danneggiata.

Tra il giro 25 e il 27 tutti i piloti rientrano ai box per il cambio delle monoposto: Vergne mantiene la testa della gara, mente alle sue spalle infuria una lotta senza esclusione di colpi tra Bird e Lotterer, in cui si inserisce Di Grassi. Il tedesco rimane senza energia a 3 curve dal traguardo, Di Grassi lo passa e guadagna il secondo posto, Bird arriva a gran velocità all'ingresso del tornantone di Place des Invalides, trovandosi davanti Lotterer che non gli lascia spazio sufficiente. Il risultato è un bel tamponamento, con Bird (infuriato prima del podio) che distrugge la sospensione anteriore destra e che sfila sotto al traguardo terzo e su tre ruote, mentre Lotterer sfila al sesto posto.

Imperturbabile Vergne, che sisntetizza così la sua vittoria all'e-Prix di Parigi: «La gara è stata buona dall'inizio alla fine, ho sempre controllato. Devo ringraziare la squadra per avermi dato una macchina molto competitiva. Pole e vittoria a Parigi, è un risultato incredibile».

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home