MV Agusta Brutale 800, l'americana

Una sigla, 'America' appunto, che richiama il mito della prima "S750" del 1975

Oramai, per MV, le serie speciali sono diventate una parte importante della produzione. Arriva sul mercato la nuova Brutale 800 RR America. Già nelle concessionarie, reinterpreta una tradizione di Casa MV, a partire dalla mitica “S America 750” del 1975.

TRE CILINDRI - In quel caso, la dotazione tecnica prevedeva un motore quattro cilindri in linea con doppio albero a camme in testa, raffreddamento ad aria e una potenza di 75 cavalli. Poi, negli anni, una lunga serie di versioni “America”, fino ad arrivare a questa Brutale 800 RR America, che monta un propulsore tre cilindri in linea, tra i più “pepati” in circolazione. Un’unità che ha fatto di prestazioni, compattezza ed emozionalità il suo biglietto da visita.

AGGIORNATA - Questa versione speciale si basa sull’ultima Brutale, che ha ricevuto diversi aggiornamenti tecnici, a partire dalla completa riprogettazione del cambio, più dolce negli innesti e più preciso. Il nuovo contralbero e la primaria ridisegnati, il profilo ottimizzato delle camme di aspirazione e scarico, le nuove valvole sono soltanto alcuni degli interventi migliorativi. Rivista, inoltre, anche la gestione dell’elettronica a bordo.

QUANTI RICHIAMI! - Sono molte, poi, le caratteristiche distintive di questa Special Edition numerata, a partire dalla colorazione su base blu micalizzato con riflessi cangianti. Sul serbatoio campeggia il motivo a stelle già presente sulla 750 S del 1973. Molti dettagli, poi, sono esaltati dalla verniciatura nero lucido, come ad esempio il parafango anteriore con logo MV Agusta e il fianchetto del radiatore con indicazione “America Special Edition”. Ricercata la finitura della sella, con cuciture dai riflessi dorati, materiali specifici per le sezioni dedicate a pilota e passeggero, e imbottitura studiata per aumentare il comfort.

ESCLUSIVA E LIMITATA - A sottolineare l’esclusività della Brutale 800 RR America concorre la scritta “America Special Edition” e il numero progressivo di produzione, posti sulla copertura della strumentazione. Il numero progressivo è riportato anche sul certificato di autenticità consegnato a ciascun acquirente.

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home