MotoGp, Stoner e Agostini: «Rossi, non è tempo di smettere»

© LaPresse

I due campioni invitano il Dottore a non smettere: «Se si diverte ancora, perché dovrebbe dire addio?»

ROMA - Nel 2019 correrà la sua 24esima stagione nel Motomondiale, varcando la soglia dei 40 anni. In tanti si chiedono se e quando Valentino Rossi smetterà di correre in MotoGp, ma ci sono anche molti altri secondo cui il Dottore può continuare quanto vuole, fintanto che si diverte. Tra questi, ad esempio, due campioni come Giacomo Agostini e Casey Stoner che, interpellati dal sito ufficiale della MotoGp hanno dato il loro incoraggiamento al Dottore: «Correre o smettere è solo una sua decisione - ha spiegato il 15 volte campione Agostini - Valentino ama le gare, le moto e l'atmosfera. Capisco che per lui sia difficile dire "Ok, mi fermo". Lo è stato anche per me e quando l'ho fatto ho pianto per tre giorni. Se è felice deve continuare».

SENZA LIMITI Della stessa idea Casey Stoner, due titoli all'attivo, di cui uno storico, con la Ducati nel 2007. «Rossi e il suo team lavorano per andare sempre più forte. Non credo ci siano limiti di età per correre. Tutti si domandano se sarà ancora competitivo, ma sono discorsi inutili. Se uno non ha avuto infortuni e continua a divertirsi non c'è motivo di smettere. Rossi ha ancora grandi motivazioni per correre». 

Tutto sulla MotoGp

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti