MotoGp, sfogo di Jorge Lorenzo: «La Ducati non credeva in me»

© Bartoletti

Il pilota spagnolo si è tolto qualche sassolino dalla scarpa dopo la vittoria del Mugello: «Dico solo la verità. E l'ho dimostrato ancora una volta quando mi hanno fornito la modifica che ho chiesto sulla moto»

TORINO – Che svolta. Prima la vittoria al Mugello, finora unico successo in 24 gare su Ducati, poi la firma con la Honda in vista della prossima stagione. Jorge Lorenzo ha cambiato il suo futuro in pochi giorni e ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino dalla scarpa: «Prima del Gran Premio d'Italia, non era facile credere in Jorge Lorenzo – ha detto parlando di se stesso in terza persona a Paddock Gp -. Perché i risultati non erano buoni. Per molti era difficile credermi e rendersi conto che le mie richieste erano vere. Non c'erano molte persone che mi credevano. Tuttavia, non sono il tipo da trovare scuse, anche se la gente pensa che le stia cercando. Ma dico solo la verità. E l’ho dimostrato ancora una volta quando Ducati mi ha fornito la modifica che ho chiesto sulla moto».

QUESTIONE DI METODO - «Molti hanno detto che non potevo vincere su una Ducati con il mio metodo. Ma al Mugello ho vinto alla mia maniera. E spero che la gente ora mi creda». E ora, cosa si aspetta Lorenzo dalle prossime gare? «Dipenderà dal circuito. Al Mugello stavamo lottando contro un asfalto che produceva "graining" (perdita di aderenza in curva, ndr) sulle gomme e ne abbiamo sofferto tutti».

CALENDARIO

CLASSIFICA

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home