MotoGp, gare più corte nel 2018

© EPA

Meno giri in alcuni gran premi per garantire più sicurezza e più spettacolo

TORINO – Arriva direttamente dalla MotoGp la notizia ufficiale della modifica della durata di alcuni gran premi già a partire dalla stagione 2018. Date le recente novità tecniche nelle regolazioni e nelle limitazioni dei motori, si è deciso di accorciare la distanza di gara di sette Gran Premi nella massima categoria. Le corse di Le Mans, Barcellona, Brno e Misano saranno ridotte di un giro, Jerez di due e Valencia di tre. Una decisione presa al fine di garantire che le gare abbiano una durata simile in ogni sede del Campionato, migliorando così l'organizzazione degli eventi e aiutando le emittenti televisive per meglio strutturare la programmazione del giorno di gara. Cambia anche il regolamento della massima cilindrata in caso di Red Flag che farà concludere la gara se la sospensione arriva al 75% o più della distanza totale della corsa. Per le altre classi resta il limite dei due terzi.

MOTO2 E MOTO3 Anche le altri classi saranno oggetto di modifiche: Stati Uniti, Spagna, Catalogna, Brno, Aragon, Malesia e Valencia saranno accorciate di un giro mentre a Le Mans la riduzione sarà di due tornate per quanto concerne la Moto3. La classe mediana subirà modifiche di un giro in Texas, Francia, Montmeló, Germania, Repubblica Ceca, San Marino, Motegi e Sepang mente a Jerez e Valencia la corsa sarà di meno due tornate. Nel 2019 saranno fatti ulteriori tagli alla durata della gara in Moto2 e Moto3 ma non saranno apportate ulteriori modifiche alla MotoGP.

Niente test per Pol Espargaró

Tutto sulla MotoGp

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home