NBA 2K League: il recap della Week 12

Ultima giornata di regular season e quattro posti ancora in sospeso per la qualificazione ai playoff.

Per il gran finale la 2K League è costretta agli straordinari e ospita tre partite in più del solito, quelle rimaste in arretrato la settimana scorsa a causa di ritardi nei trasferimenti aerei. Al termine della giornata, dunque, avremo la griglia dei playoff che partiranno il 17 agosto.

Kings Guard Gaming 58 – Mavs Gaming 85. Partita senza velleità di classifica per due squadre escluse dalla corsa ai playoff. Sia per Kings che per Mavs è lecito parlare di stagione deludente: pur contando l’imprevedibilità di una competizione alla sua prima edizione assoluta, entrambe le squadre erano considerate tra le favorite della vigilia, baciate dalla fortuna con due delle scelte più alte al draft – nel caso dei Mavs la prima assoluta, spesa per Dimez. Perlomeno, la squadra di Dallas chiude con una nota d’orgoglio; la vittoria è netta grazie ai 31 punti di Dayfri.

Warriors Gaming Squad 61 – Pacers Gaming 60. Altra partita senza posta in palio: i Warriors sono il fanalino di coda del campionato e i Pacers sono rimasti tagliati fuori nelle ultime partite. Gli allenatori danno spazio alle seconde linee, con le due stelle ShawnWin e Tucker che si prendono un turno di riposo. Il basso punteggio è comunque segnale di una sfida combattuta, che si risolve sul finale con un brutto errore al tiro di WoLF.

Heat Check Gaming 80 – Kings Guard Gaming 69. I Kings, l’abbiamo già visto, hanno tirato i remi in barca, mentre gli Heat sono nel pieno della lotta. Fin da subito è chiaro quale delle due squadre serbi più motivazioni, con gli Heat che scappano via nel secondo parziale e difendono la quarta posizione in classifica. Hotshot è già in clima playoff: sigla una tripla doppia da 28 punti con soli due errori al tiro.

Knicks Gaming 68 – Wizards District Gaming 80. Anche i Wizards, obbligati a vincere, non falliscono l’obiettivo. Per non rischiare ricorrono alla strategia più affidabile, gli isolamenti di Boo Painter (autore di quella che è stata eletta la miglior giocata della stagione), che chiuderà con 46 punti e 11 assist, e mettono il risultato al sicuro con un parziale da 23 a 7 nel terzo quarto. Per i Knicks si segnala la solita buona prova del terzetto formato da Goofy, Idris e Adam, ma servirà qualcosa in più per avanzare nei playoff, dove partono come underdog assoluti.

76ers GC 89 – Jazz Gaming 71. Il tracollo dei Jazz, letteralmente colati a picco dopo The Ticket, prosegue anche nell’ultima giornata della stagione. I 76ers, già sicuri della qualificazione, consolidano il secondo posto in classifica: un obiettivo importante, che permetterebbe loro di affrontare i Blazer5 solo in un’ipotetica finale. Radiant scalda i motori e si consola per non aver conquistato il trofeo di MVP, Steez è implacabile sotto canestro con 34 punti.

Pistons GT 71 – Warriors Gaming Squad 74. Con questa sconfitta, del tutto inaspettata, i Pistons cedono il secondo posto in classifica ai 76ers e si incroceranno nei quarti di finale coi temibili Heat Check. I Warriors decidono di fare i guastafeste e piazzano la zampata nel finale con un parziale di 23 a 13 che finalizza la rimonta. Simili distrazioni, per i Pistons, non dovranno ripetersi nei playoff.

Mavs Gaming 67 – Bucks Gaming 72. Nulla da perdere e nulla da guadagnare per queste due squadre, con una partita che si trasforma in un palcoscenico per mettersi in mostra. I Bucks hanno più benzina, con GameDrake che ha interpretato un buon finale di stagione e vuole assicurarsi un contratto anche per la prossima.

Heat Check Gaming 73 – Raptors Uprising GC 81. I Raptors arrivano all’ultima giornata “on the bubble”, quella posizione agli immediati margini della zona playoff. Devono vincere la loro partita e sperare in un passo falso degli avversari, ma il calendario non è favorevole perché li mette subito di fronte agli Heat, motivatissimi a difendere la quarta posizione e magari insidiare i 76ers per il secondo posto nel tabellone. La partita è combattuta ed entusiasmante, un duello tra Hotshot e Kenny (35 contro 34 punti). Il supporting cast dei Raptors è più efficace, con la vittoria i playoff sono più vicini.

Magic Gaming 77 – Cavs Legion GC 88. Altro confronto tra due avversarie dirette nella corsa ai playoff, e preziosissima vittoria per i Cavs che rubano il posto ai Magic interrompendone la striscia di successi, una delle più lunghe del campionato. Hood torna alla sua posizione originale, quella di point guard, e si conferma miglior realizzatore della lega mettendo a referto altri 37 punti. Per i Magic non basta il 6/16 dalla distanza di UC Manny; nonostante l’eliminazione, a loro va il merito di aver interpretato una seconda parte di stagione con grande carattere, tutta in salita.

Pacers Gaming 72 – Blazer5 Gaming 95. Per i Blazer si tratta di un mero riscaldamento in vista dei playoff, e i Pacers sono uno sparring partner particolarmente morbido. Mama I’m Dat Man e compagni ne approfittano per ripassare gli schemi d’attacco e soprattutto per festeggiare OneWildWalnut, votato dal pubblico come MVP della lega. Con più di 13 palloni catturati a partita, è stato anche il rimbalzista più efficace del lotto.

Grizz Gaming 72 – Heat Check Gaming 67. Gli Heat chiudono la stagione regolare con due sconfitte, ma dato il vantaggio accumulato nelle giornate precedenti i risultati sono indolori per Hotshot e compagni. In questo caso si fanno sorprendere dai Grizz, ormai fuori dai giochi, e la loro reazione è tardiva e insufficiente. La squadra di Miami accede comunque ai playoff con la testa di serie numero sei, scavalcata dai Raptors sul filo di lana.

Celtics Crossover Gaming 67 – Magic Gaming 81. Era la partita della vita per i Celtics, che con una vittoria si sarebbero accodati al gruppo di squadre con 8 vittorie strappando ai Wizards l’ultima piazza disponibile per i playoff grazie a una maggiore differenza canestri. Invece, l’attacco organizzato da Fab (il solo Arsonal lo aiuta, con 25 punti) si inceppa sul più bello e i Magic consumano la loro vendetta per la recente eliminazione. La difesa di KontruL, in particolare, limita i Celtics a 15 punti nell’ultimo e decisivo parziale. Entrambe le squadre concludono la stagione a un passo dall’obiettivo. L’esito è particolarmente deludente per i Celtics, tra i pochi ad aver inquadrato una strategia in grado di battere i Blazer5, ma hanno pagato l’eccessiva incostanza nei risultati.

Kings Guard Gaming 73 – Pacers Gaming 67. La stagione di Kings e Pacers non ha più nulla da dire, ma Worthingcolt conclude con 39 punti nella speranza di guadagnarsi un posto nel roster anche per il prossimo anno.

IL QUADRO PLAYOFF

Questi gli accoppiamenti del tabellone:

  • Blazer5 Gaming – Knicks Gaming
  • Raptors Uprising GC – Cavs Legion GC
  • Pistons GT – Heat Check Gaming
  • 76ers GC – Wizards District Gaming

Il programma si aprirà il 17 agosto coi quarti di finale a eliminazione diretta, seguiti dalle semifinali in formato Best of Three. La finale, sempre al meglio delle tre partite, è fissata per il 25 agosto.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home