Torino, buone notizie per Djidji

© Marco Canoniero

Senza lo squalificato Nkoulou, Mazzarri recupera un giocatore importante per la squadra granata

TORINO - Ieri prove anti-Udinese. Walter Mazzarri ha fatto svolgere ai suoi una partitella in cui ha mischiato le carte. Due certezze: 3-5-2 come sistema e Belotti e Iago in avanti. Per quanto riguarda la situazione degli infortunati, una buona notizia. Importantissima: il rientro del difensore Koffi Djidji, che si è allenato con il resto del gruppo, mentre per Vittorio Parigini è stato programmato un nuovo lavoro in palestra personalizzato. La squadra è carica, Mazzarri ha parlato ai giocatori, uno ad uno, per capire il perché di tanti, troppi alti e bassi. E ha ottenuto rassicurazioni: la testa è libera dai brutti pensieri e c’è la voglia di battere l’Udinese e riproporsi in grande stile per la corsa verso l’Europa.

SOSPIRONE DI SOLLIEVO - Con il recupero di Djidji il tecnico tira un sospirone di sollievo. Con Nkoulou squalificato, rischiava infatti di trovarsi con una difesa contata e senza due titolari. Avrebbe dovuto azzardare Moretti e Bremercon Izzo. E, invece, ora potrà presentare Izzo centrale con Djidji a destra e Moretti a sinistra. Insomma, gli viene a mancare un solo pezzo “pregiato”. I tre, almeno sulla carta, offrono valide garanzie. E Izzo centrale può tranquillamente fare le veci di Nkoulou, ovvero far salire la difesa, guidare un Toro dal baricentro alto. L’Udinese non ha un attacco da far rabbrividire, ma il recupero di Djidji porta serenità e fiducia in tutto il gruppo, che si gioca l’ennesima partita fondamentale della stagione. Quindi niente più alibi: i tifosi sperano di poter applaudire un Toro arrembante e non rinunciatario. E vittorioso, soprattutto.
Contro l’Udinese, tra le altre cose, Meité tornerà in campo dal primo minuto, visto che a Ferrara aveva lasciato il posto a Lukic per entrare poi nella ripresa. Rincon in mezzo e ai fianchi Meité e Baselli, con De Silvestri a destra e Ansaldi a sinistra. Aina dovrebbe riposare. Questo è quello che ieri pomeriggio ha provato Mazzarri in più di un’occasione, durante la seduta al Fila. A meno di clamorose sorprese o ripensamenti, il Toro dovrebbe essere questo: con Iago e Belotti in avanti. A propostito: considerando che non c’è Zaza, anche lui squalificato, è possibile che a partita in corso ci sia spazio pure per il giovanissimo Millico, che farebbe così il suo esordio in serie A. E’ quello che chiedono i tifosi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti