Torino, ora in mezzo è emergenza: ma Baselli può farcela

© LAPRESSE

Gli infortuni del numero 8 e di Lukic, uniti alla squalifica di Meité, dimostrano quanto sia corta a centrocampo la coperta di Mazzarri: e dal mercato niente rinforzi

TORINO - Al limite qualitativo, la mancanza di una mezzala tecnicamente dotata che nei piani estivi era stata individuata in Soriano, rivelatosi tra l’insipido (mai una prestazione sopra le righe, se non almeno positiva) e inopportuno (i like ai bianconeri Cristiano Ronaldo e Dybala) si aggiunge una carenza quantitativa. Già, perché nonostante sia filtrata la notizia assai confortante secondo la quale Baselli sarà arruolabile per Roma, la mediana granata resta comunque in chiara emergenza: Rincon negli ultimi giorni è risultato l’unico sopravvissuto di un reparto che in vista di Roma non potrà avvalersi di Meité (squalificato) e quasi sicuramente di Lukic. Ieri sia l’ex del Levante che Baselli hanno svolto un lavoro personalizzato, ma almeno per quanto riguarda l’azzurro si hanno buone sensazioni, in vista di domani. Il serbo si è fermato mercoledì per un guaio muscolare alla coscia destra: una problematica che, considerati i tempi stretti - Roma-Toro è in programma domani alle 15 - rende complesso il suo recupero. Baselli è invece alle prese con una forte contusione all’anca, ma tale da rendere ottimista Mazzarri che confida di averlo a disposizione, all’Olimpico capitolino.

ANSALDI IN MEZZO - Due le ipotesi al vaglio, per la formazione anti-Roma: una prevederebbe l’utilizzo del 3-4-1-2, con De Silvestri o Ola Aina a destra, Ansaldi a sinistra e Rincon assieme a Baselli. In questo caso, in avanti, Iago Falque agirebbe alle spalle del tandem Belotti- Zaza. L’alternativa è ovviamente il 3-5-2. A meno che Mazzarri non decida di lanciare Adopo, che alla luce dell’emergenza venuta a determinarsi a centrocampo transiterà dalla Primavera alla prima squadra, una soluzione porterebbe all’impiego di Ansaldi sulla linea mediana. Sempre con l’utilizzo di Baselli e Rincon a completare il reparto.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti