Mazzarri: «Frustalupi? Può diventare un grande allenatore»

© LAPRESSE

Il tecnico del Torino, oggi squalificato, dopo il poker alla Samp: «Non dobbiamo cullarci su questa super gara. Belotti? Calcia come pochi e ha ancora altri margini di miglioramento»

TORINO - "Ho visto un gran bel Toro. È partito forte, come aveva fatto anche a Bologna, credendo in quello che facciamo. Su un campo difficilissimo, siamo riusciti a interpretare la gara come se giocassimo in casa. Non bisogna però cullarsi su questa partita bellissima. Anzi, dobbiamo stare attenti a non prendere contropiedi: anche oggi abbiamo rischiato su due palle perse banalmente a centrocampo. Rispetto a Bologna, invece, siamo stati più bravi nel palleggiare e siamo stati più incisivi, concreti e convinti in avanti". Così, ai microfoni di Sky Sport, Walter Mazzarri, oggi squalificato e sostituito in panchina dal suo vice, Nicolò Frustalupi. "La prima cosa che sta facendo il Toro, anzitutto è giocare bene. Quando riusciamo a essere corti e a muoverci tuti insieme, anche in avanti, facendo pressing, corriamo pure meno degli altri e ci stanchiamo meno. L'importante infatti non è correre di più ma correre meglio", ha proseguito Mazzarri.

SUL GALLO E FRUSTALUPI - "Belotti? Un po' di attaccanti in carriera li ho allenati: ho imparato che bisogna dargli tranquillità e dirgli di fare i giusti movimenti per la squadra. Se fai bene e se i compagni ti aiutano prima o poi ti sblocchi; poi continui a segnare normalmente. Andrea è ancora giovane: ha grande umiltà e tanta volontà. Bisognava solo che si sbloccasse: lui, destro e sinistro, calcia come pochi, poi ha altri margini di miglioramento. Ci lavoreremo sopra e vedremo dove può arrviare", ha spiegato ancora Mazzarri. "Frustalupi? Io l'ho incontrato la prima volta alla Pistoiese, quando era molto giovane. Mi è subito piaciuto, per come ragiona: è pignolo e molto serio. Ha sempre avuto l'umiltà giusta per imparare e migliorare. Può diventare un grande allenatore. Mi farebbe piacere se facesse una bella carriera, un po' del merito del resto, in questo caso, sarebbe mio", ha concluso il soddisfatto allenatore del Torino. (in collaborazione con Italpress)

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home