Bremer in volo e adesso il Toro prenota Krunic

© www.imagephotoagency.it

Accordo per il difensore: non si allena per volare da Mazzarri. E Cairo sorpassa Atalanta e Genoa per la mezzala: 6 milioni

TORINO - Riletta a posteriori, la vicenda Krunic mostra una coerenza strategica che si sposa con le svolte principali accadute negli ultimi giorni su diversi tavoli: un po’ come la questione Bremer, ora finalmente in arrivo. L’Empoli, ieri, ha ricevuto dal Torino un’offerta formalizzata per il centrocampista bosniaco e ora considera di incassare non meno di 7 milioni, nei prossimi giorni, dopo i 9 appena spesi per l’attaccante La Gumina. L’accelerata del Toro è frutto del timore di perdere troppo terreno nella corsa alla mezzala, già seguita da tempo, ma sottotraccia. Per dare un’idea: nel gennaio 2017 l’Atalanta uscì allo scoperto con un’offerta, però respinta; 12 mesi dopo, fu il Genoa a muovere l’assalto più concreto, ma anche il Grifone con vani esiti; quindi, nello scorso giugno, i bergamaschi tornarono alla carica per questa eclettica mezzala (o interno) di 24 anni, protagonista anche dell’ultimo volo dell’Empoli, il ritorno in A. Di qui il prolungato duello tra nerazzurri e rossoblù. Finché il Torino non ha cominciato a muoversi più concretamente: dapprima i sondaggi narrati su queste colonne alcuni giorni fa, quindi l’accelerata al momento chiave, per compiere un sorpasso potenzialmente già decisivo, mettendo sul piatto 6 milioni. Difatti, adesso, Cairo è passato in netto vantaggio. Solo l’Atalanta può ancora disturbarlo. Si tratta di non perdere l’inerzia dello scatto in avanti: l’accordo tra tutte le parti è già stato trovato all’80%, ma c’è ancora una distanza (peraltro superabile) tra domanda e offerta (intorno ai 7 milioni, come detto, il possibile punto di caduta).

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home