Torino, giù le mani dal Gallo: con Belotti ecco Zaza o Gabbiadini

© EPA

Cairo ha promesso che si ripartirà dal capitano. E si seguono altre punte per affiancarlo nel 3-5-2

TORINO - Giù le mani dal Gallo: per la permanenza di Andrea Belotti al Toro garantisce, a più riprese, il presidente Urbano Cairo. Il capitano resta, sino a prova contraria, per (ri)lanciare il progetto granata con Walter Mazzarri in panchina e finalmente pronto a lavorare come meglio sa sin dall’inizio, dal ritiro di Bormio e non a campionato in corso. Belotti che dovrà ritrovare se stesso e la verve del bomber vero, quello che va sopra i 20 gol a stagione, andando oltre gli infortuni e i cali psicologici. Lasciandosi alle spalle anche le sirene di mercato, ché il Toro può essere il suo top club per salire sempre più su. I tifosi lo adorano, i bambini lo imitano nell’esultanza: ecco, bisogna ripartire dal Gallo che cantava, quello della passata stagione. E al suo fianco, magari, una seconda punta con i fiocchi per il 3-5-2. Torna di moda l’ex juventino Simone Zaza, finito all’angolo al Valencia, in Liga dove ha cercato di rigenerarsi. E c’è la pista che porta a Manolo Gabbiadini, artefice della salvezza del Southampton in Premier League. L’ex napoletano è stato esaltato dal gruppo con cori nello spogliatoio e grandi attestati di stima: certo in Inghilterra guadagna bene…

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home