Torino, Lyanco preoccupa. Adesso si cercano 2 nuovi difensori

© Marco Canoniero

L’improvvisa operazione del brasiliano allunga i tempi di recupero. Cambiano le strategie granata: e non si parla più soltanto di Tonelli

TORINO - Con un italiano sicuramente meno zoppicante del suo corpo e del suo futuro, Lyanco ha acceso la luce sul suo piede dal Brasile, gettandosi su Instagram. Foto del tutore alla gamba e commento allegato: «Sono stato operato ai legamenti sinistri! Proverò a tornare al più presto... La prossima stagione sarà di molte conquiste, io sono Torino Fc». Il club aveva annunciato le novità poche ore prima: «La terapia conservativa cui è stato sottoposto Lyanco, post trauma contusivo/distorsivo al piede sinistro del 28 febbraio, non ha purtroppo sortito gli effetti attesi». Così «si è reso necessario l’intervento chirurgico per meglio stabilizzare l’articolazione del mesopiede. L’operazione, eseguita in Brasile, è perfettamente riuscita». Eccetera eccetera. Ma non una parola ufficiale, sicura, sui tempi di guarigione: «La prognosi verrà definita secondo l’evoluzione clinica». La qual cosa può significare tutto e niente. Dipende, appunto. Da come reagirà Lyanco alle cure. Alla rieducazione, alla riabilitazione. Alla ripresa degli allenamenti, all’aumento dei carichi e, infine, al ritorno all’attività agonistica.

[...]

Così, le indicazioni piovute nel mondo del mercato, nelle ultime ore, non stupiscono. Il Toro non cercherà soltanto un difensore, ma due. Uno di livello primario, e uno (diciamo così) secondario. Molto chiacchierato resta Tonelli, 28 anni, da un paio di stagioni nel mirino, sempre chiuso dalla concorrenza a Napoli.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home