Torino, ciao Sadiq: a gennaio c'è il Parma

© www.imagephotoagency.it

Su di lui anche Benevento, Verona e Crotone

TORINO - Anche sfortunato, questo Sadiq. E’ un bravo ragazzo, ci ha sempre messo tanta passione e impegno. Per dire: anche ieri in allenamento si è sbattuto in partitella, per farsi vedere. Ma poi siamo sempre lì. Per segnare 2 gol, ne ha dovuti sbagliare 3. Insomma, è un momentaccio. Ma per responsabilità anche non sue. Prima, non l’aveva mai vista. Poi si è trovato all’improvviso catapultato in campo, a dover fare il Belotti. E, il tutto, nel periodo peggiore del Toro, scollato sul prato come nello spogliatoio. Crotone, poi Roma e Fiorentina. In Calabria, tanto quanto, fece benino, pur se fallì una bella occasione. Ma l’errore commesso nel primo tempo contro i giallorossi, davanti ad Allison, rappresentò un punto di non ritorno. Perché poi Sadiq cominciò ad arrotolarsi su se stesso, per strafare, fino a consumarsi nel crollo complessivo della squadra. Contro l’Inter, è finito addirittura in tribuna. E adesso rischia solo di bruciarsi, restando in granata. Delle due, l’una: o di qui a gennaio Sadiq ritrova occasioni ed effervescenza, e dà una svolta alla sua situazione, oppure partirà. I motivi sono due. Primo: il Toro, come rivelato ieri, è già alla ricerca di un vice-Belotti in grado di reggere meglio le pressioni. Secondo: la Roma, proprietaria del cartellino, è preoccupata, perché teme che il suo ragazzo, che possiede sicuramente delle qualità, butti via un altro anno, dopo la stagione scorsa a Bologna. Il Parma (ai piani alti della B) ha già effettuato sondaggi: Ceravolo si è infortunato gravemente, il club emiliano cerca un attaccante e trattò Sadiq già in estate. Ma anche il Verona, il Benevento e il Crotone stanno annusando l’aria. Alla Roma interessa che Sadiq possa giocare con una certa continuità e senza esagerate pressioni, così da crescere.

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home