Juventus, tutti gli esordi in Champions di Ronaldo: 14 gol

Il portoghese ha sempre segnato nei primi atti delle ultime 6 stagioni

TORINO - Le vacanze di Cristiano Ronaldo in Costa Azzurra sono finite. Il fuoriclasse portoghese tornerà, oggi stesso, a disposizione di Massimiliano Allegri, in vista della sfida di domenica pomeriggio, quando allo Stadium arriverà il Sassuolo. Subito dopo i campioni d'Italia sono attesi dall'esordio in Champions League, previsto per mercoledì prossimo al Mestalla di Valencia.

COMPETIZIONE FETICCIO - Quella della coppa dalle grandi orecchie è, senza dubbio, la competizione feticcio per il cinque volte Pallone d'Oro che, oltre a essere il massimo realizzatore della storia del torneo (120 reti), ha vinto per ben 7 volte la classifica di capocannoniere. Ed è anche suo il record di gol in una sola stagione (17) e quello di vittorie in finale (5). Senza dimenticare che CR7 è l'unico calciatore a essere riuscito a segnare in tre finali, in tutte e sei la gare della fase a gironi e in 11 incontri consecutivi. E, poi, c'è un altro primato detenuto proprio dall'ex attaccante del Real Madrid, l'unico calciatore ad aver segnato 10 gol in Champions contro una singola squadra: ironia della sorte, si tratta proprio della Juventus.

BUONE LE PRIME - E così, a prescindere da cosa succederà contro il Sassuolo, secondo le statistiche è molto probabile che Ronaldo vada a segno al Mestalla. Con quella di quest’anno, sono già 15 le edizioni di Champions League disputate dal lusitano che, nelle 14 precedenti, ha registrato, come al suo solito, la media impressionante di un gol a partita: 14 reti, condite anche da tre assist. Di queste, sei (e due assist) sono state segnate fuori casa: uno nel 2007, con la maglia del Manchester United, nello stadio del suo Sporting; due nel 2009 (già con la camiseta blanca) a Zurigo; e tre nel 2013 nel catino del Galatasaray. In riva al Turia, l’atmosfera sarà molto simile a quella vissuta a Instanbul cinque anni fa, soprattutto ogni volta che il pallone finirà tra i suoi piedi. Le nove stagioni passate da Ronaldo al Real Madrid (il più odiato tra i rivali dai valencianistas) gli sono, infatti, valse l’antipatia di uno stadio che farà di tutto per evitare di farlo sentire a suo agio. Anche se, per dirla tutta, i fischi non gli hanno mai impedito di segnare. 

Nella prossima pagina il bilancio di tutte le prime di CR7 in Champions...

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home