Ambra: «Allegri è unico, mi interessa solo sapere che tornerà sempre»

La conduttrice ha parlato a cuore aperto su Vanity Fair della sua storia d'amore con il tecnico bianconero

TORINO - Quando, nel luglio di un anno fa, sono apparse le prime immagini di Massimiliano Allegri abbracciato ad Ambra Angiolini, in molti hanno etichettato la storia come la classica avventura estiva. A distanza di dodici mesi si devono ricredere perché sta andando a gonfie vele, nonostante i tanti impegni che li costringono a vedersi poco. Tant’è, a volte è più importante la qualità che la quantità. E per la prima volta Ambra parla a cuore aperto della sua storia d’amore con Allegri sul numero di Vanity Fair in edicola da domani. E svela di essersi conosciuti scrivendosi. «E poi ci siamo incontrati. È arrivato l’unico uomo nella vita che sia stato capace di abbracciarmi senza stringermi. È arrivato quello che non stavo cercando ma che era necessario trovassi. Ed è talmente bello che non mi interessa che qualcuno capisca né che la cosa piaccia o dispiaccia. Per la prima volta mi interessa soltanto una cosa: sapere che tornerà da me. Sempre». Parla da donna innamorata - e ricambiata - la Angiolini che racconta come quell’incontro le ha cambiato la vita. «Due anni fa il mio cuore ha smesso di battere per una persona gigantesca (Francesco Renga, ndr) e poi è stato rianimato da un altro uomo (Allegri, ndr) che lo ha fatto con una dolcezza che non si può raccontare. Quando è tramontata la storia precedente avevo bisogno di fare qualcosa per me. Ho strappato un velo e non l’ho fatto né per altruismo, né per bontà, né tantomeno, come dicono in tanti, per i figli. Avevo bisogno di brillare perché se non brillo io e non sono felice non possono esserlo neanche le persone alle quali voglio bene».

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home