Zironelli per la Juventus U23, le gare interne ad Alessandria

© www.imagephotoagency.it

Ieri la squadra si è ufficialmente iscritta al prossimo campionato di Serie C

TORINO - La Juventus U23 è finalmente realtà. Dopo mesi di lunghi chiacchiericci, quella di ieri è stata la giornata delle ufficialità. In primis quella della Figc, che all'ora di pranzo ha comunicato di aver accettato la domanda d'iscrizione della seconda squadra bianconera nell'ambito delle integrazioni d'organico del campionato di Serie C. Quello, appunto, in cui militerà nella prossima stagione la tanto agognata Juve B, che potrà conquistare sul campo la promozione in serie B ma non retrocedere in Serie D. Una decisione ufficiale, quella partorita dal commissario federale Fabbricini, nonostante sul tema penda ancora il ricorso della Lega Serie B, nella giornata di mercoledì rinviato dalla Corte Federale d'Appello alla Sezione Disciplinare del Tribunale Federale Nazionale.

Ufficiale come il nome designato dal club per la sua seconda squadra, quel Juventus U23 che richiama da vicino la tradizione britannica più che quella iberica, ma che soprattutto risulta in linea con il regolamento stilato in estate nelle stanze federali (almeno 19 tesserati su un massimo di 23 in rosa dovranno infatti essere nati dopo il 1° gennaio 1996). Un regolamento che dovrà essere rispettato dalla sola Juventus, come prevedibile - dopo il bailamme di inizio estate - l'unica società di Serie A ad aver aderito alla grande novità federale di questa stagione.

Leggi l'articolo completo sull’edizione digitale

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home