Bergamo bacchetta: «Real-Juventus? Buffon e Agnelli hanno esagerato»

© AFPS

Anche l'ex arbitro internazionale ed ex designatore ha parlato dei fatti del 'Bernabeu', criticando il capitano e il presidente dei bianconeri

MILANO - «C'era il rigore per il Real Madrid? Sì, è una dinamica che non ha lasciato alcun dubbio all'arbitro. Vazquez è stato travolto da Benatia. Dalla posizione di Oliver non poteva che essere rigore, dalla tv è un'altra storia». Così l'ex arbitro internazionale già designatore Paolo Bergamo ospite questa mattina di 'Radio Onda Libera'. Sulle parole di Buffon nel dopo partita. «È andato fuori le righe. Non discuto il campione, però è andato oltre la legittima critica», ha detto. Andrea Agnelli ha chiesto la testa di Collina parlando di vanità e di italiane sfavorite nel timore di favorirle. «Il presidente della Juve in un momento di delusione si è lasciato andare in considerazioni non di sua competenza. Collina è intoccabile e credo che sia facendo un lavoro egregio che gli viene riconosciuto». È la tecnologia la soluzione alle tensioni attorno agli arbitri. «Sì, il Var è un mezzo che sta compiendo i primi passi e deve essere perfezionato, ma è indispensabile per evitare gli errori in un gioco sempre più veloce con gli arbitri che non sempre riescono a interpretare con immediatezza. Io appartengo alla vecchia generazione e mi rendo conto la tecnologia oggi può dare serenità agli stessi arbitri, ai giocatori e anche ai tifosi», ha detto Bergamo. La scuola italiana degli arbitri resta comunque la migliore. «Nessuna Federazione ha prodotto tanti arbitri di livello come la nostra e non c'entra il campanilismo. I nostri sono i più apprezzati ovunque. Si lavora molto per la formazione degli uomini oltre che degli arbitri».

Nicchi tira le orecchie a Buffon: «Non si può offendere o minacciare un arbitro»

 

 

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home