Spalletti: «Contratto Icardi? Bisogna risolvere la questione»

© Marco Canoniero

Il tecnico dell'Inter dopo la vittoria sul Parma: «Ce la portiamo avanti da mesi, ci sono cose che non vanno lasciate a metà»

PARMA - "Non so se Icardi è turbato ma sicuramente da parte mia non gli ho creato nessun problema. Il rinnovo di contratto? Ci sono questioni che devono essere chiarite, qualche discorso di troppo si è fatto". Cosi' il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti ha parlato dopo la vittoria contro il Parma per 0-1 allo stadio Tardini, nel match della 23/a giornata di Serie A. "E' una valutazione che debbono fare gli altri. Ci sono cose che non possono essere lasciate a metà - ha detto l'allenatore nerazzurro ai microfoni di Dazn - perché diventano più difficili e danno adito ad interpretazioni diverse. Ora che è arrivato un risultato positivo, credo sia arrivato il momento di andare a parlare di questa questione che ci portiamo dietro da mesi". (in collaborazione con Italpress

"Perisic ha fatto una grandissima partita. Ha reagito ai discorsi riguardo al calciomercato da grande professionista. Anche Nainggolan ha fatto rivedere le sue vampate". Cosi' il tecnico ha parlato dopo la vittoria contro il Parma. "In alcuni momenti non sopportiamo la pesantezza di vincere. Invece dobbiamo stare tranquilli - ha detto l'allenatore nerazzurro ai microfoni di Dazn - e mettere le nostre caratteristiche nella gara altrimenti si scende al di sotto del nostro standard anche se stasera siamo stati ordinati. Il Parma è molto abile a sfruttare il gioco verticale delle punte: Inglese e Gervinho si intendono a meraviglia". 

Spalletti ha commentato la possibilità di vedere insieme i due attaccanti Icardi e Martinez, che ha deciso il match al 79' dopo due minuti dal suo ingresso in campo: "Sono due prime punte, vanno bene quando la squadra avversaria si schiaccia. Nel primo tempo non avevamo in mano la partita, Martinez e Icardi si assomigliano molto e in alcune situazioni non possiamo permetterceli insieme", ha concluso l'allenatore dell'Inter. 

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti