Atalanta, Percassi: «Salviamoci, poi pensiamo alla Champions. Con Gasperini c'è grande feeling»

© www.imagephotoagency.it

Il presidente dell'Atalanta, a Radio Anch'io Sport su Radio 1, sul tecnico dice: «Vorrei restasse a vita con noi»

BERGAMO - L’Atalanta e i suoi tifosi continuano a volare sulle ali dell'entusiasmo. Ieri, la squadra di Gian Piero Gasperini ha ribaltato il risultato contro la Spal, ottenendo la quarta vittoria nelle ultime cinque sfide di campionato. I tifosi della Dea sognano, e lo fanno in grande, ma ci pensa il presidente Percassi a mantenere la calma e a predicare prudenza.

CHAMPIONS OBIETTIVO ESAGERATO – Il numero uno dei nerazzurri, intervenuto al programma Radio Anch’io Sport su Radio 1 ha dichiarato: "Il primo traguardo è sempre raggiungere la salvezza, mancano due punti per essere sicuri poi tutto quello che arriva sarà fantastico. Sia la Coppa Italia o l'Europa, siamo contenti e felici e speriamo di continuare così. Sono otto anni di programmazione, vogliamo continuare a perseguire la nostra strategia”. Ai giornalisti che chiedono se preferisce vincere la Coppa Italia o qualificarsi alla Champions Percassi risponde: “Sarebbe bellissimo rivincere un trofeo come la Coppa Italia già vinto nel 73'. Andare in Champions sarebbe una cosa esagerata, ma vincere la Coppa sarebbe forse la giusta dimensione. La Champions è un traguardo per le grandissime squadre, con fatturati nettamente superiori ai nostri. Sarebbe un sogno, ma come lo sarebbe anche solo andare in Europa”.

CORSA CHAMPIONS, IL CALENDARIO DELLE CINQUE PRETENDENTI

GASPERINI A VITA – Parte del merito della stagione, fin quei esaltante, dell’Atalanta va dato al tecnico dei nerazzurri Gian Piero Gasperini. Sull'ipotesi di una sua partenza per guidare una big Percassi è deciso: “Non voglio neanche sentirla una cosa del genere, vorrei che resti a vita con noi. C'è un bellissimo feeling tra di noi e non vorrei sentire parlare di queste proposte. È uno che fin dall'inizio ha espresso il suo pensiero di come vedere la squadra, la cosa fondamentale è stata trovare un settore giovanile avanzato su cui ancora oggi stiamo investendo”.

ILICIC-ZAPATA: UN DUO STRAORDINARIO – A trascinare l’Atalanta nella lotta per l’Europa che conta sono state, oltre ad un gioco frizzante, veloce ed estremamente spettacolare, le prodezze di Josep Ilicic, uno che in carriera avrebbe potuto giocare nei top club europei, e la capacità realizzativa di Duvan Zapata, che con il gol alla Spal è arrivato a quota 16 in campionato. Sui due gioiellini atalantini Percassi è convinto: “Valgono molto di più di quanto li abbiamo pagati”.

NOTTE DA SOGNO CONTRO LA JUVENTUS – Nel corso dell’intervista, Percassi è anche tornato sulla notte magica in Coppa Italia contro i campioni d'Italia in carica: “Quella contro i bianconeri è stata una serata particolare, la Juve aveva perso due difensori e stavano caricando tanto lavoro per tutta la straordinaria prospettiva che hanno davanti, e cioè la Champions League, perchè il campionato è già vinto”.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti