Mancini: «Icardi e Ronaldo decideranno Juventus-Inter»

Il tecnico della Nazionale dice la sua sul big match della 15ª giornata: «Aperta a qualsiasi risultato»

TORINO - «Sarà una bella partita, sono due grandi squadre piene di grandi giocatori. Ronaldo Icardi sono quelli che possono risolverla e probabilmente sarà così». Il ct azzurro Roberto Mancini si aspetta il solito spettacolo in Juve-Inter di venerdì, «una partita aperta a qualsiasi risultato: la Juve sta andando benissimo e l'Inter è in crescita». In caso di sconfitta i nerazzurri precipiterebbero a -14 ma Mancini non vuole parlare di campionato già chiuso. «Certo, per l'Inter diventerebbe più difficile ma il Napoli è lì e ieri ha fatto un'ottima partita su un campo complicato come Bergamo. Il campionato è ancora lungo, mancano ancora troppe partite e troppi punti in palio, è tutto aperto». D'accordo sul Pallone d'Oro a Modric ha vinto la Champions e fatto un grande Mondiale, ci poteva stare e dopo tanti anni di Ronaldo e Messi era logico e giusto»), Mancini è stato fra i primi a credere in Zaniolo, convocandolo in azzurro quando non aveva ancora esordito con la Roma. «Lo avevo visto giocare, mi aveva impressionato per le grandi qualità e per il fatto di essere mancino e così l'ho chiamato per conoscerlo meglio. Deve fare esperienza e migliorare ma può diventare un bravissimo centrocampista». Infine, sulla Var e le polemiche di questi giorni, commenta: «va interpellata per creare meno problemi agli arbitri e non metterli nelle condizioni di sbagliare. La Var c'è e bisogna usarla». Infine, sugli Europei: «Io non lavoro per preparare un'Italia competitiva ai Mondiali in Qatar: noi dobbiamo essere pronti per gli Europei, e andare lì per vincerli. Abbiamo tanto lavoro da fare, ma la strada intrapresa è quella giusta. Intanto, abbiamo riportato entusiasmo, ci sono armonia e lo spirito giusto per fare bene». (In collaborazione con Italpress)

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti