Figc, Cairo: «Marotta? Non faccio nomi ma serve una marcia diversa»

© www.imagephotoagency.it

Il presidente del Torino: «Io credo che certamente il calcio italiano abbia bisogno di una rinascita, di una progettualità a breve-medio periodo. Il nostro calcio merita di fare migliori cose di quanto fatto nell'ultimo anno»

MILANO - "Non ho mai fatto nomi, ma il calcio italiano ha bisogno di innestare una marcia diversa". Così, a margine della presentazione del Festival dello Sport di Trento, il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha risposto a chi gli faceva il nome di Giuseppe Marotta come possibile prossimo presidente della Figc. "Non mi sono occupato di nomi, ho letto dai giornali varie ipotesi - ha spiegato -. Io credo che certamente il calcio italiano abbia bisogno di una rinascita, di una progettualità a breve-medio periodo. Il nostro calcio merita di fare migliori cose di quanto fatto nell'ultimo anno. Ne abbiamo la possibilità. Se la Croazia con 4 milioni di abitanti arriva in una finale del Mondiale, noi dobbiamo porci obiettivi diversi... Dobbiamo innestare una marcia diversa".



TORINO - "Il campionato è partito con il piede sbagliato con una sconfitta immeritata, poi però il Toro ha fatto vedere cose buone contro l'Inter e la Spal. Adesso l'importante è continuare". Lo ha detto il presidente del Torino, Urbano Cairo, a margine della presentazione del Festival dello Sport di Trento che si è svolta a Milano. "Ora abbiamo altre partite impegnative, in trasferta con Udinese e Atalanta e in casa con il Napoli, tre partite molto importanti - ha aggiunto Cairo -. Credo che noi dobbiamo continuare sulla strada tracciata in queste prime partite da Mazzarri. Mi auguro che le cose procedano in modo positivo, so che il mister e la squadra stanno lavorando veramente bene.Incrocio le dita ma ho fiducia nel futuro".

DIRITTI TV - "Dazn ha avuto un inizio di difficoltà, ma può accadere. Stanno lavorando alacremente per risolvere i problemi, ma è nel loro interesse che è anche quello dei loro abbonati. Credo che siano già stati fatti passi avanti su numeri molto importanti. Sono fiducioso che le cose possano essere sistemate tutte quante nel modo migliore". Così, a margine della presentazione del Festival dello Sport di Trento che si è svolta oggi a Milano, il numero uno del Torino, Urbano Cairo, ha commentato le difficoltà iniziali di Dazn.

BERLUSCONI E GALLIANI - Il ritorno di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani nel calcio italiano, visto che il prossimo 29 settembre, giorno del compleanno del Cavaliere, dovrebbe essere ufficializzato l'acquisto del Monza, "mi sembra una cosa positiva". Lo ha detto il presidente del Torino Urbano Cairo a margine della presentazione del Festival dello Sport di Trento. "C'è la possibilità con il Monza di fare un'impresa - ha aggiunto Cairo -, per loro portare questo club in Serie A sarebbe un record molto bello, in bocca al lupo a entrambi".

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home