Coppa Italia, Napoli-Sassuolo 2-0: Milik e Fabian Ruiz spingono Ancelotti ai quarti

© Getty Images

I partenopei si impongono al San Paolo con le reti del polacco e dello spagnolo staccando così il pass per la prossima sfida contro il Milan

NAPOLI - Anno nuovo, vecchie abitudini. Questo almeno per il Napoli, che dopo il 3-2 rifilato al Bologna nell'ultima partita di dicembre piega al San Paolo anche il Sassuolo: 2-0 e neroverdi fuori dalla Coppa Italia senza riuscire a spezzare il tabù degli ottavi di finale. Ai quarti approdano infatti Insigne e compagni che si impongono con un gol per tempo (Milik Fabian Ruiz nel secondo) e a fine gennaio sfideranno il Milan, facendo inoltre il carico di entusiasmo in vista della prossima sfida di campionato in casa contro la Lazio.

Napoli-Sassuolo 2-0: numeri e statistiche del match

LE SCELTE - Ancelotti - che ha Verdi squalificato - non abbandona il suo 4-4-2 'liquido' ma lo ridisegna ancora una volta negli uomini (24 quelli fin qui utilizzati dal tecnico emiliano): davanti ad Ospina torna Koulibaly (che contro il Bologna in campionato ha già scontato la prima delle due giornate di squalifica rimediate dopo il rosso a San Siro con l'Inter) in coppia con Maksimovic mentre Hysaj e Mario Rui sono i terzini, in mediana tocca a Diawara e a Fabian Ruiz con Callejo a destra, Insigne a sinistra e Ounas a supporto del centravanti Milik. Sull'altro fronte 4-3-3 d'ordinanza per De Zerbi che deve però fare a meno di Adjapong, Ferrari, Lemos, Marlon e Di Francesco. Tra i pali spazio a Pegolo, con Peluso centrale di difesa insieme a Magnani mentre in mediana ci sono Locatelli e Duncan ai lati del regista Sensi e davanti Boateng veste i panni del 'falso nueve' nel tridente completato da Berardi e Djuricic

Napoli-Sassuolo 2-0: il tabellino

APRE MILIK - Il Napoli è aggressivo fin dall'avvio e prova subito a schiacciare il Sassuolo, che però non ha alcuna intenzione di stare a guardare e prova a sfruttare in ripartenza gli spazi concessi dai padroni di casa. Come al 4', quando sul sinistro di Duncan sporcato da Koulibaly la palla sfila di poco a lato del palo, o tre minuti dopo quando è invece Berardi a impegnare Ospina dopo un 'regalo' di Hysaj. Scampato il pericolo gli azzurri ricominciano a spingere e al 9' serve un grande intervento di Pegolo per chiudere la porta a Callejon, mandato al tiro da Fabian Ruiz. Il portiere neroverde fa invece meno bene al 15', quando su cross dalla sinistra di Insigne smanaccia in tuffo mandando però la palla sulla coscia dell'accorrente Milik che a porta vuota fa così 1-0 e festeggia il suo 11esimo gol stagionale (già 10 quelli in campionato).

IL VAR SALVA OSPINA - Il Sassuolo prova a reagire immediatamente e lo fa con il suo uomo più tecnico, Berardi, che prova invano a sorprendere Ospina su calcio da fermo (19'). Il portiere colombiano - dopo un bolide di Insigne a fil di palo e un giallo rimediato da Maksimovic - è costretto invece ad arrendersi al 35' su una conclusione ravvicinata di Locatelli, la cui esultanza per il pari è però vanificata dal Var che rileva un suo tocco con il braccio in avvio di azione. E dopo le ammonizioni dei neroverdi Berardi e Magnani si va al riposo con il Napoli avanti di un gol.

PIOVONO GIALLI - Dall'intervallo tornano in campo gli stessi ventidue e dopo un grande intervento di Koulibaly che sbarra la strada a Djiuricic, al 48' anche Locatelli finisce sul taccuino di Chiffi per un duro intervento su Callejon mentre poco dopo viene invece graziato Mario Rui che stende Berardi in tackle. In questa fase si gioca poco e bisogna aspettare il 56' per un'azione degna di nota: Ounas per Callejon e palla al centro per Insigne che però si coordina male e in mezza rovesciata calcia alle stelle. In mezzo al campo nessuno toglie la gamba e continuano a piovere cartellini: stavolta i destinatari del giallo sono Peluso Ounas, che finiscono così a loro volta in diffida come i quattro ammoniti precedenti.

FABIAN BIS! - Al 69' arrivano invece le prime mosse dalla panchina e le fa De Zerbi: dentro Boga e Babacar al posto di Boateng e Diuricic nel Sassuolo. Immediata la replica di Ancelotti, che dopo il giallo a Mario Rui (fallo su Berardi) richiama Ounas (72') per gettare nella mischia Allan, oggetto dei desideri del Psg in questo mercato di gennaio: il brasiliano si piazza al centro vicino a Diawara con Fabian Ruiz che trasloca a sinistra 'liberando' così Insigne. Una scelta che paga subito, perché al 73' arriva il raddoppio: sventagliata di Insigne per Milik, scarico per Fabian Ruiz che non ci pensa due volte e calcia di prima con il inistro superando Pegolo: 2-0 e quarti in cassaforte per il Napoli che al 76' sfiora anche il tris con Insigne su punizione. Nel finale (82') spazio anche per Younes (fuori Callejon) e per il neroverde Dell'Orco (al posto di Rogerio), ma l'occasione buona capita sui piedi di Locatelli che in spaccata impegna Ospina ma non riesce a riaprire i giochi. Buon per il 18enne attaccante Gianluca Gaetano, a cui Ancelotti regala il debutto in azzurro (fuori Milik al 90') e una passerella lunga come i cinque minuti di recupero concessi dall'arbitro.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti