Juventus, Pogba resta in partenza

© AFPS

La società bianconera è pronta a riportarlo a Torino. Di nuovo decisivo, ma il francese può essere sacrificato se lo United, con i conti in rosso, non arriva in zona Champions

Ole Gunnar Solskjaer lo ha detto ieri chiaramente: «Per dare il tuo stile di gioco ad una squadra serve tempo, e per renderla vincente ancora di più, in due settimane puoi solo cambiarle la mentalità». Parole che, anche se non rivolte direttamente (e forse nemmeno indirettamente) a Paul Pogba, calzano perfettamente con la situazione del campione francese al Manchester United.

Difficile dire se sia cambiata la sua mentalità, di certo è che quanto detto nello spogliatoio a Mourinho («Il tuo gioco mi penalizza - le sue parole riportate - perché nessuno si muove davanti e intorno a me») oggi suona come un appunto tecnico tattico quantomai opportuno. Con Solskjaer Pogba ha giocato prima da interno sinistro, poi (ieri in casa contro l'Huddersfield) da trequartista in un 4-2-3-1, ed è tornato al centro del Manchester United con due assist nella prima gara e due gol nella seconda. Decisivo, come gli viene chiesto. E da quando è a Manchester, 21 gol e 20 assist, nessuno è più decisivo di lui.

Ma non basterà. Solskjaer chiede tempo ma sa che a giugno il suo tempo scadrà e il club riporterà le lancette a zero. Sa anche che per arrivare in Champions League serve ben più che un miracolo, una sorta di suicidio di massa che comprenda Arsenal e Chelsea, attualmente a +6 e +8 dai Red Devils. L'ipotesi più probabile è che il prossimo anno lo United sia fuori dallamassima competizione europea.

Le strade del club quindi potrebbero dividersi da quelle del campione del mondo, per questo motivo e non solo: gli ultimi conti dei Red Devils non sono poi più così rosei, il debito in dollari sta tenendo i conti in rosso e l'eventuale non partecipazione alla Champions League darebbe un colpo al ribasso ai ricavi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti