Chelsea, via libera Sarri: Higuain in attesa

© Marco Canoniero

De Laurentiis è chiaro: «Avvocati al lavoro, aspetto l’allenatore e i londinesi». L’ingaggio di Jorginho ha sbloccato lo stallo, ora tocca all’argentino e a Rugani

Come preannunciato nei giorni scorsi la giornata di ieri (11 luglio) doveva essere ed è stata decisiva per il via libera del Napoli a Maurizio Sarri. Le parole di Aurelio De Laurentiis per la prima volta sono state inequivocabili: «Gli avvocati sono al lavoro, ora dipende solo da Sarri e dal Chelsea». L'affare Jorginho ha sbloccato tutto. Quindici giorni fa, per ammissione dello stesso De Laurentiis, era stato chiuso il discorso con il Manchester City, ma il presidente ha ammesso: «Mi dovrò scusare con loro». Jorginho ha accettato grazie a un ingaggio più alto di quello che avrebbe avuto al City, dove peraltro non avrebbe avuto il ruolo da titolare garantito come sarà con Sarri.

Sarri non è ancora sul campo a lavorare con la squadra, dove all'opera c’è Antonio Conte, a cui il club dovrebbe almeno dire un grazie per la signorilità con cui ha silenziosamente accettato un andazzo onestamente imbarazzante. Ma non sarà così. Si accontenterà dell'anno di stipendio che gli verrà corrisposto, senza alcuna transazione, mantenendo gli impegni anche con i 10 collaboratori che si era portato in questa avventura. Il 15 luglio di 4 anni dopo Conte potrebbe essere protagonista di un altro addio, questa volta subito.

Da capire quale sarà il ruolo riservato a Gianfranco Zola. Probabilmente qualcosa in più di un semplice uomo dello staff, probabilmente il primo referente tra la società (ovvero Marina Granovskaja, principale artefice del pasticcio estivo) e lo stesso Sarri. Una sorta di direttore tecnico, ruolo nel quale fino a qualche mese fa c'era Michael Emenalo. A questo punto bisognerà aspettare una settimana: il 20 la squadra parte per l'Australia dove il 23 gioca la prima amichevole contro il Perth Glory. L'auspicio è di poter portare già in Australia anche Daniele Rugani oltre a Jorginho. Seguiranno l'Inter il 28 luglio a Nizza, l'Arsenal l'1 agosto a Dublino. Primo impegno ufficiale il 5: a Wembley contro il Manchester City. Potrebbe essere questo il primo impegno in cui vedere all'opera pure Gonzalo Higuain, anche se l'argentino potrebbe aspettare 2 giorni in più, quando il 7 a Stamford Bridge ci sarà l'amichevole contro il Lione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Articoli correlati

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home