Napoli, filtra ottimismo dopo l'incontro Sarri-De Laurentiis

© FOTO MOSCA

Oggi primo summit: il presidente avrebbe proposto un aumento dell'ingaggio al tecnico per provare un nuovo assalto allo scudetto

NAPOLI - Filtra un cauto ottimismo a Castel Volturno (Caserta) dopo l'incontro, interlocutorio, tra il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ed il presidente Aurelio De Laurentiis. I due hanno conversato a pranzo, depistando tutti quando Sarri è andato via dal centro tecnico dopo la seduta di allenamento del mattino e ha raggiunto il produttore cinematografico che lo attendeva in un luogo vicino. Al tavolo anche il ds Giuntoli, l'ad Chiavelli e il vicepresidente e figlio del produttore, Edoardo. Sarri ha esposto i suoi desideri per continuare l'avventura a cominciare dal mantenimento di un livello tecnico alto della squadra per provare nuovamente l'assalto allo scudetto e interrompere il dominio della Juventus che ha appena conquistato il settimo tricolore consecutivo. De Laurentiis avrebbe proposto un aumento dell'ingaggio arrivando quasi a 4 milioni annui, bonus compresi e con a cancellazione della clausola da 8 milioni per lasciare il club. soprattutto il tecnico ha battuto su un concetto espresso anche in pubblico: «L'amore della tifoseria - ha detto - è così forte che può solo peggiorare». Un peggioramento legato ai risultati e quindi a un minore tasso tecnico della squadra: Sarri ha dunque chiesto un mercato adeguato, comprendendo che qualcuna delle stelle azzurre potrebbe lasciare ma chiedendo ricambi di livello. Un concetto che De Laurentiis ha fatto suo da anni, anche se vuole puntare su calciatori che siano giovani e di prospettiva, vista la politica degli ingaggi - in aumento ma non stellari - del club. Incontro interlocutorio ma approfondito, quindi, che riporta serenità nell'ambiente azzurro e entusiasmo tra i tifosi alla vigilia della cena di fine stagione e dell'ultima gara di campionato, domenica contro il Crotone. I due potrebbero incontrarsi di nuovo domani per definire la chiusura dell'accordo e comunque si rivedranno alla cena sociale: la definizione potrebbe arrivare infatti anche nella prossima settimana. Nessuno esclude che ci possa essere una svolta negativa e il Napoli continua a seguire i profili di Ancelotti, Fonseca dello Shakhtar e Filippo Inzaghi.

L'ATTUALE ACCORDO - Il contratto di Sarri, attualmente, con scadenza 2020, prevede due finestre, che consentirebbero al tecnico di liberarsi, pagandolo una clausola di otto milioni: la prima, quella attualmente aperta, scade il 31 maggio; la seconda, invece, sarebbe utilizzabile l’anno prossimo, nello stesso periodo, primo febbraio 31 maggio.

 

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Live

Commenti

Dalla home

Vai alla home