Torino: Belotti, il ritocco dov’è? Così rispunta Mourinho

© Claudio Zamagni

Trattative arenate: cosa c’è dietro il mancato adeguamento di contratto al gallo. E da Manchester...

TORINO - L’ultima volta in cui l’argomento è stato in qualche modo affrontato, diciamo sfiorato, in pubblico, risale allo scorso 12 dicembre. Nella circostanza Belotti - ricevendo in presenza di Cairo un riconoscimento per il gol più bello del 2017 (quello in sforbiciata al Sassuolo) - ebbe gioco facile nello scherzare sull’attitudine presidenziale a elargire complimentose «pacche sulle spalle» invece di premi in moneta sonante. Nella sala milanese, aleggiava il fantasma del ritocco contrattuale promesso in estate al Gallo - allorché la società diede un taglio risoluto alle voci di cessione, sprangando definitivamente la porta in faccia al Milan che aveva provato a infilare un piede in casa Toro - e ancora non pervenuto. Non pervenuto in quanto l’aumento di stipendio ventilato da Cairo non corrisponde alla stima fatta da Belotti per adeguarlo alle proprie prestazioni (pregresse, ormai da un po’), per cui le parti hanno interrotto le discussioni in merito in attesa di eventuali sviluppi, o sul campo (leggasi gol) o sul mercato (leggasi offerte convincenti).ù

La società ha avuto ottimi pretesti per non rilanciare, cioè le prestazioni deludenti e gli infortuni penalizzanti che, dal canto loro, hanno spuntato - oltre al Toro - le argomentazioni del Gallo nell’avanzare pretese. Insomma: quel nuovo contratto che - a sentire Cairo - pareva una formalità, ora langue sul tavolo delle buone intenzioni. A meno che le parti non abbiano raggiunto qualche tipo di accordo da tenere nascosto, chiaro. Va da sé che non suonano casuali né il ritorno di Cairo a parlare di clausole e rivalutazione del bomber, grazie a Mazzarri, né dei rumors di mercato. Che ieri, da Manchester, hanno ripiazzato al fianco del Milan lo United. Il club di Mourinho che perderà Ibrahimovic e che già in primavera si era fatto vivo con Belotti e per Belotti.

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home