Una fuoriclasse di nome Wanda Nara

© Inter via Getty Images

Elogio della signora Wanda Nara, agente fuoriclasse del marito Mauro Icardi, 25 anni, capitano dell’Inter con la cui maglia ha giocato 204 partite segnando 120 gol. Suonano urticanti e francamente insopportabili, quando non sessiste, le critiche da più parti mosse alla signora per il modo con il quale conduce l’estenuante trattativa con l’Inter. In realtà, la procuratrice sta facendo molto bene il suo mestiere e, se si chiamasse Jorge Mendes e Mino Raiola, per dire di due eccellenze maschili nel ramo, nessuno troverebbe alcunché da eccepire. Il mercato è un intrigante gioco delle parti, all’interno del quale ognuno ricopre il proprio ruolo. E, nella stessa misura in cui Piero Ausilio e Beppe Marotta tutelano impeccabilmente gli interessi dell’Inter, la controparte cura quelli di Icardi. Al punto che, lo stesso, ha tagliato corto su Instagram, come ci informa Stefano Pasquino il quale, in questa pagina, firma il ritratto della procuratrice con la classe che lo contraddistingue. Icardi è il capitano e il cannoniere dell’Inter (120 gol); è nono nella classifica di tutti i tempi dei marcatori nerazzurri (Meazza 284, Altobelli 209, Boninsegna 171, Cevenini III e Mazzola 158, Lorenzi 143, Nyers 133, Vieri 123); è uno dei più forti attaccanti in circolazione. Il suo contratto scade il 30 giugno 2021 e prevede un ingaggio annuo di 4,5 milioni di euro, la metà di ciò che percepice Higuain, per intenderci. Grazie ai bonus di rendimento, l’emolumento attualmente oscilla attorno ai 5,3 milioni di euro. L’obiettivo di Wanda, evidentemente condiviso dal marito, è raggiungere quota 10 milioni di euro, condicio sine qua non per prolungare l’accordo sino al 30 giugno 2023. L’Inter ha fissato il punto di non ritorno a 7 milioni di euro e risulta essere stata fortemente irritata dall’ultima sortita pubblica della signora («Il rinnovo di Icardi è lontanissimo. Ci sono quattro club molto importanti interessati all’acquisto di Mauro»). Ma Wanda usa con abilità consumata gli strumenti social che il mercato le offre nell’An- no Domini 2019 e dà l’idea di sapere perfettamen- te ciò che vuole, puntando dritta alla meta. Se Su- ning vuole sbrogliare questa intricata matassa, di fondamentale importanza per il presente e per il futuro dell’Inter, sarà utile si alleni saltabeccando pure fra Instagram, Twitter, le citazioni di Bukowski («In generale accetto senza problemi le chiacchiere di tutti e senza problemi le lascio perdere»). E anche di Coco Chanel, si licet, stante il carattere glamour della signora: «Per essere insostituibili bisogna essere unici». Wanda docet.

Articoli correlati

Dalla home

Vai alla home

Commenti