Vincono Milano e Avellino. Torino ko con la Reyer

© CIAMILLO

I biancorossi sbancano Bologna 73-67, mentre gli irpini strapazzano Brindisi 89-71. La Reyer ferma la Fiat 90-82

ROMA - Nell’anticipo di mezzogiorno la Dinamo Sassari ritrova la vittoria superando nettamente la Vanoli Cremona di Meo Sacchetti (102-86) e dei due Diener, festeggiatissimi nel pre-partita. Dopo un avvio equilibrato, Planinic ha ispirato l’allungo dei padroni di casa, che hanno toccato anche il +17. All’intervallo lungo si è andati sul 50-40, lo strappo decisivo è arrivato nel quarto periodo, dopo che la Vanoli aveva trovato il pareggio. Decisivo Polonara, grande protagonista del break che è valso il +14 a 2 minuti dalla fine. Importante a fil di sirena il canestro di Pierre, che così ha ribaltato anche il -14 dell’andata. Per Sassari 23 punti di Planinic e 20 di Polonara e Bostic. Per Cremona 15 punti di Portannese, Drake Diener e Martin, 12 per Simone Fontecchio.

BENE MILANO E AVELLINO - Conferma il suo ottimo stato di forma anche l'EA7 Milano che ha sconfitto 73-67 una Virtus Segafredo Bologna a dir poco incerottata. Spinta da Gudaitis (12 punti), Micov (10) e Bertans, Milano ha costruito il proprio successo giocando un primo tempo ai limiti della perfezione chiuso a +12 (40-28). Nella seconda metà di gara la Virtus però ha dato importanti segni di risveglio aggrappandosi a Slaughter (17 punti) e Aradori (13) ma non è riuscita ad andare oltre il -5 a pochi istanti dalla sirena finale. Successo in scioltezza per la Sidigas Avellino che, dopo la sconfitta al fotofinish con Cantù, ha sbancato Brindisi 89-71. Un match di fatto mai in discussione visto che gli irpini, grazie ai 18 punti di Fitipaldo e ai 14 di Rich, è sempre stata avanti toccando persino il +24. A rendere ancor più lieta la serata della Sidigas ci ha pensato Shane Lawal, tornato in campo per alcuni minuti dopo due anni passati ai box per infortunio.

TORINO KO - Successo molto prezioso anche per la Reyer Venezia che ha fermato la corsa della Fiat Torino che si presentava all'appuntamento con cinque vittorie di fila. I campioni d'Italia, grazie ai guizzi di De Nicolao (15 punti) e Jenkins (13) hanno saputo fare il vuoto con un parziale di 18-8 piazzato nel secondo quarto, che li ha proiettati a +17 all'intervallo lungo consentendo loro di amministrare il vantaggio nella ripresa. Alla Fiat non sono così bastati i 25 punti di Garrett e i 15 e 15 rimbalzi di Mbakwe. 

PESARO PIEGA L'ORLANDINA - La Victoria Libertas Pesaro compie invece un passo avanti nella lotta salvezza sconfiggendo 84-81 la Betaland Capo d'Orlando dopo un tempo supplemnentare. Chiuso il primo quarto a -2, la Betaland ha messo la freccia del sorpasso e ha piazzato un parziale di 29-13 ispirato dai canestri di Stojanovic (45-31 all'intervallo lungo per i siciliani). Nel terzo quarto gli ospiti hanno poi toccato anche il +16 ma Pesaro non ha mai mollato e, sospinta dalle magie di Clarke (13 punti tutti siglati nella seconda metà di gara), Omogbo (15 punti e 10 rimbalzi) e Dallas Moore (17 punti) ha azzerato il gap portando il match all'overtime dove a fare la differenza nel finale sono stati i canestri finali di Moore e Omogbo che hanno completato il loro capolavoro. 

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home