Vujacic regola Cremona, Torino non si ferma più

© LaPresse

Quarto successo consecutivo per la Fiat, Pesaro coglie punti preziosi superando Brindisi in casa.

ROMA - La Fiat Torino cala il poker di successi consecutivi in campionato battendo 88-80 la Vanoli Cremona in rimonta. Spinta dai 10 punti siglati nei primi 10 minuti da Martin la Vanoli conquista un tesoretto di due possessi di vantaggio che mantiene sostanzialmente invariato per tutto il primo tempo (39-34). Al rientro dagli spogliatoi però la situazione si capovolge e Torino prende in mano le redini del gioco grazie alle triple di Vujacic (17 punti con 4/5) e al dominio sotto i tabelloni di Mbakwe che, uniti alle giocate preziose di Washington, valgono il +10 al suono della terza sirena al culmine di un parziale complessivo di 32-17. Nello spicchio di gara finale Cremona prova a ricucire lo strappo ma ancora una volta ci pensa Vujacic con 8 punti in un amen ad allontanare definitivamente gli avversari.

 

PESARO OK - Dopo quattro sconfitte torna il sereno anche in casa della Victoria Libertas Pesaro che tra le mura amiche dell'Adriatic Arena coglie il primo successo casalingo della stagione sconfiggendo 80-75 la happy Casa Brindisi dell'ex coach biancorossi Dell'Agnello. Grazie ad un'ottima distribuzione dei canestri e dei possessi a formazione salentina gioca un primo quarto eccellente concludendolo a +8 dopo aver persino sfiorato la doppia cifra di vantaggio. Pesaro arranca ma non molla e nella seconda frazione riesce a stare in scia spinta dalla grinta degli italiani Ceron e Ancelotti e di Dallas Moore (top scorer con 23 punti) chiude il primo tempo in crescendo ma ancora sotto di 7 punti (44-37). La svolta per i biancorossi arriva nella seconda parte del terzo quarto quando, appoggiando il peso dell'attacco su Eric Mika (10 dei suoi 21 punti li ha segnati nella prima parte del secondo tempo) e sul solito Moore. Pesaro trova prima il pareggio a quota 58 e poi addirittura il sorpasso nonostante l'ottima zona chiamata da Dell'Agnello. Brindisi non ci sta e si aggrappa a Scott Suggs (12 punti nel solo ultimo quarto per lui) per riguadagnare la testa del match (73-72). Il nuovo vantaggio esterno dura però be poco perché Bertone e Mika riportano avanti Pesaro. Moore e Tepic mancano il colpo dell'ennesimo sorpasso e così all'altro Moore, Dallas, non resta che mettere in ghiaccio il successo marchigiano con 4 liberi.

 

CROLLO SASSARI - La Dinamo cede in casa 81-88 contro l’Orlandina, che prende un largo vantaggio e si spaventa solo nel finale per il tentativo disperato di rimonta di Sassari. Per la squadra di Pasquini, che però è riuscita solo a limare lo svantaggio, 26 punti sono arrivati da Bamforth, 13 da Spissu e Jones, 11 da Hatchet, 10 da Pierre. Per Capo d’Orlando 14 punti di Edwards, 19 di Ikovlev, 14 di Atsur, 11 di Alibegovic, 10 di Delas, Kulboka.

Articoli correlati

Tutto Sport TV

Le nostre Rubriche

Commenti

Dalla home

Vai alla home