Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Volley: A2 Maschile, Jovanovic è il regista di Livorno

Vai alla versione integrale
© Legavolley
Un innesto di pregio per la squadra allenata da Montagnani che mette sotto contratto il serbo che ha fatto molto bene nelle due stagioni di militanza a Bergamo

LIVORNO- Igor Jovanovic ha deciso di mettersi di nuovo in gioco. Dopo le due brillanti stagioni nelle file della Caloni Bergamo ha scelto di andare a rinforzare la rosa dell'Acqua Fonteviva Livorno. Il giocatore serbo, classe '90, sarà il nuovo regista della formazione di Montagnani. Fisico importante, Igor è un giocatore di grande carattere ed ambizione. Un ragazzo determinato che parla un ottimo italiano e che sicuramente ha le idee chiarissime su dove vuole arrivare e sulla strada da percorrere per farlo.

LE PAROLE DI IGOR JOVANOVIC-

Per avere le sue prime parole da giocatore della Fonteviva Livorno, lo abbiamo raggiunto in Serbia.

Allora Igor, due splendide stagioni a Bergamo e poi la Fonteviva. Come è nato il matrimonio con la società toscana?

« La mia decisione è stata molto influenzata dalla presenza di Paolo Montagnani sulla panchina della Fonteviva. Ho sentito parlare di lui molto bene da parte di tanti amici. E’ un grande allenatore ed è anche un ex palleggiatore e penso rappresenti un’ottima opportunità di crescita per me. Sicuramente può aiutarmi a migliorare ».

E del progetto Fonteviva cosa ne pensi?

« E’ un progetto molto interessante ed anche per questo sono venuto a giocare in Toscana. Il mio sogno fin da piccolo è sempre stato quello di giocare nel campionato italiano e adesso, dopo due anni di esperienza in A2, voglio continuare a crescere nel vostro paese. Mi piace la gente e mi piacciono i tifosi che affollano sempre i palazzetti della pallavolo. L’obbiettivo è ovviamente la Superlega ma è una meta che voglio raggiungere lavorando step by step. La Fonteviva e Montagnani, in questo senso, sono una grande opportunità ».

Cosa ti hanno lasciato i due splendidi anni di Bergamo?

« Sono arrivato a Bergamo dal campionato turco ed a stagione in corso. Bergamo stava attraversando un brutto momento ma abbiamo saputo rimettere in piedi la stagione ed arrivare in semifinale sfiorando la promozione. L’anno passato abbiamo raggiunto la finale di Coppa Italia ed ancora la semifinale promozione. Sono state due grandi stagioni ma adesso la mia opportunità si chiama Fonteviva ».

Tecnicamente come ti descriveresti ai tuoi nuovi supporters?

« Sono un palleggiatore che ama il gioco veloce ed amo quindi i giocatori che sanno attaccare questo tipo di palloni. Mi piace giocare una pallavolo moderna e giocare in velocità è un buon modo per mettere in difficoltà le difese avversarie ».