Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Volley: A2 Maschile, a Reggio Emilia Amorico, l'opposto che viene dal tennis

Vai alla versione integrale
Lo schiacciatore foggiano che fino a ventitre anni è stato uno specialista della terra rossa, è l'ultimo rinforzo a disposizione di Mastrangelo

REGGIO EMILIA-La Conad Reggio Emilia ha completato l'organico in vista della prossima stagione con l'acquisto di Nicola Amorico, che può giocare sia a banda che da opposto, a seconda delle esigenze di coach Mastrangelo. Ha un passato sportivo singolare Nicola, giocatore di tennis per 16 anni, ha iniziato a giocare a pallavolo a 23 anni quasi per caso. Originario di Foggia, classe 85’ e 199 cm di altezza ha alle spalle 10 anni tra le formazioni di serie B. Nella passata stagione ha vestito la maglia della Pallavolo Motta e prima ancora ha giocato per la squadra di Mantova, Ravenna, S. Antioco, Asti, Lecce, Catanzaro, Messina e Foggia. Approda a Reggio Emilia per la sua prima stagione in A2.

LE PAROLE DI NICOLA AMORICO-

Giochi a pallavolo da 10 anni ma hai iniziato quasi per caso, cosa puoi dirci di te?

« Fino a 23 anni ho sempre giocato a tennis poi mi hanno visto giocare in spiaggia a pallavolo e mi hanno convinto a provare in palestra, da lì è iniziato tutto. Tennis e pallavolo sono due mondi completamente diversi; nel tennis se sei in difficoltà devi uscirne da solo, nella pallavolo invece hai i tuoi compagni che possono darti una grande mano. Giocando a pallavolo ho imparato ad essere più paziente e a mettermi a disposizione degli altri poi so che arrivo a Reggio come riserva e dovrò lavorare tanto ma farò in modo di ritagliarmi il mio spazio ».

Come vedi questa stagione in A2?

« Sono sicuro che sarà una bellissima esperienza. Tanti mi hanno sempre detto che in A2 posso fare bene, è una grande soddisfazione e allo stesso tempo una scommessa. Non mi piace perdere e sono molto competitivo, sia con gli avversarsi che con i miei compagni e questo sicuramente mi sarà utile per lavorare bene in palestra ».

Nelle prime 4 partite avrete una pausa e 3 partite in casa, cosa ne pensi?

« Con un calendario così devi spingere un sacco per fare più punti possibili da subito anche per poter avvicinare il pubblico alla squadra. La seconda partita saremo contro Brescia che è una delle nostre dirette concorrenti e dovremo dare il massimo. Avere 3 partite consecutive in casa all’andata vuol dire che al ritorno ne avremo 3 consecutive in trasferta quindi sarà fondamentale partire bene ».

Verso fine mese inizierete a lavorare in palestra, come avete organizzato il lavoro?

« Il campionato quest’anno parte un po’ in ritardo e la società ha cercato di dilazionare al meglio la preparazione per arrivare al top all’inizio della stagione. Sicuramente abbiamo un roster competitivo, primo fra tutti Fabroni che è il miglior palleggiatore di A2, starà a noi lavorare bene e metterci in gioco per dare il massimo ».