Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Volley: A2 Maschile, Fabian Plak giocherà a Mondovì

Vai alla versione integrale
Lo schiacciatore olandese, fratello di Celeste schiacciatrice di Novara, arriva in Italia dal campionato svizzero

MONDOVI’ (CUNEO)- Ancora un arrivo di grande livello per la VBC Mondovì che dopo Jernej Terpin si assicura un altro grandissimo talento europeo: il giovane centrale della Nazionale olandese Fabian Plak, nato a Tuitjenhorn il 23 luglio 1997, alto 198 centimetri, che giunge con grande entusiasmo alla corte di Marco Fenoglio.

LA CARRIERA-

Fabian Plak inizia a giocare a pallavolo nella società del suo paese natale, dove riceve preziosissimi consigli tecnici da uno dei più grandi talenti del volley mondiale, Ron Zwerver (vincitore di una medaglia olimpica e tre scudetti con la Sisley Treviso). Nel 2016, a soli 18 anni veste la maglia della Nazionale, giocatore più giovane del gruppo. E con gli Orange affronterà il prossimo Campionato del Mondo, in un girone di ferro che comprende Brasile, Canada, Cina, Egitto e Francia. Plak attacca ad un’altezza di 3,52 metri, mura a 3,40 ed è il fratello più giovane della schiacciatrice opposta Celeste Plak, stella della nazionale olandese di volley femminile e protagonista nel campionato italiano a Novara, società con la quale ha vinto lo scudetto nella stagione 2016/2017 agli ordini di Marco Fenoglio.

LE PAROLE DI FABIAN PLAK-

« Quando avevo 13 anni giocavo a calcio. Mia sorella Celeste, già in Nazionale, era al Papendal Arnhem. Qualche volta andavo a vedere i suoi allenamenti e cercavo di capirne qualcosa. Un giorno si avvicinò Ron Zwerver, mi chiese se avessi mai giocato a pallavolo. Ero alto per la mia età ed avevo un buon controllo della palla. Gli dissi che stavo giocando a calcio, m’invito a provare con il volley: diede il suo numero di telefono a mia mamma e le disse di chiamarlo, qualora avessi cambiato idea. Non avevo intenzione di lasciare il calcio e per qualche tempo me ne dimenticai. Poi cambiai idea e gli telefonai: una settimana dopo ero nella sua squadra. Fu divertente, ma non combinai molto subito. Secondo Ron però avevo del talento, così insistetti e iniziai a giocare nel club locale del V.V De-Boemel. Fui chiamato nel Talent School Arnhem, dove sono rimasto tre anni ricevendo la convocazione in nazionale giovanile. Dopo un anno sono stato promosso nel Talent Team, sempre ad Arnhem, con il quale ho giocato altre tre stagioni. Il resto è storia recente in Svizzera ».

Ed ora l’avventura con il VBC Mondovì.

« E’ sempre stato il mio sogno giocare in Italia. Mondovì mi ha offerto la grande opportunità di venire nel vostro meraviglioso Paese e l’ho sfruttata a piene mani! Non vedo l’ora che inizi questa grande stagione per la squadra monregalese ed i suoi, anzi i nostri tifosi! ».

Infine, un pensiero rivolto al suo prossimo coach.

« Marco Fenoglio ha vinto uno scudetto con mia sorella Celeste, ho un meraviglioso ricordo di lui. Non lo conosco ancora personalmente, ma ho sentito parlare molto bene del suo metodo di allenamento. Mi aspetto di lavorare duro durante la settimana, per poter esprimere il miglior gioco nelle partite. Insieme con tutti i tifosi vivremo una stagione entusiasmante! ».