Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Moto2, il futuro di Mir tra Honda e Suzuki

Vai alla versione integrale
© Getty Images
Dopo il podio conquistato domenica a Le Mans, lo spagnolo ha attirato l'attenzione di alcuni top team della MotoGp

TORINO - Joan Mir è pronto a fare il salto nella classe regina, specie dopo il podio conquistato domenica a Le Mans. A dirlo non è tanto il pilota spagnolo quanto alcuni top team della MotoGp. Al momento Mir ha un precontratto con la Honda, in scadenza il 17 giugno. A quel punto Alberto Puig dovrà decidere se sarà lui ad affiancare Marc Marquez nel 2019. In caso contrario, ad approfittarne potrebbe essere la Suzuki.

OPZIONE SUZUKI La priorità di Davide Brivio è quella di trovare un sostituto per Andrea Iannone da far correre al fianco di Alex Rins, fresco di firma di un contratto biennale. Il nome più gettonato è quello di Jorge Lorenzo, ma nel caso in cui non fosse possibile, potrebbe scatterebbe il piano B, ovvero ingaggiare Mir. Nei prossimi giorni comunque la situazione sarà più chiara, la Ducati darà una risposta sul secondo pilota con Petrucci che sembra destinato al team ufficiale, il team Pramac cercherà la riconferma di Jack Miller e a quel punto per Iannone potrebbero aprirsi le porte dell'Aprilia.

RISULTATI

CLASSIFICHE