Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Operazione Apocalisse: le prime novità della nuova espansione di Hearthstone

Vai alla versione integrale
Dopo la presentazione della nuova espansione giungono finalmente anche le prime novità concrete che spiegano le nuove meccaniche del titolo Blizzard.

Rilasciato nel marzo 2014, Hearthstone è passato rapidamente da side project di Blizzard Entertainment a enorme fonte di utili, capace di rivaleggiare con i progetti più blasonati della stessa azienda World of Warcraft e Overwatch. Dal 7 agosto il gioco di carte digitali da oltre 70 milioni di giocatori riceverà una nuova iniezione di contenuti.

Il segreto del successo di Hearthstone potrebbe riassumersi nelle parole ‘immediatezza’ e ‘fisicità’. Si può già fare la prima partita pochi minuti dopo averlo scaricato sul cellulare e l’interfaccia restituisce un feedback positivo immediato al giocatore: calando una creatura particolarmente massiccia il tavolo trema e appaiono delle crepe, e prima di lanciare la propria Palla di Fuoco si sente il crepitare delle fiamme.

Nel primo anno di Hearthstone i giocatori arrivavano per la maggior parte da World of Warcraft, e i suoi contenuti erano una copia-carbone dal famoso MMO. Col tempo però le cose sono cambiate e sempre più personaggi e storie originali hanno fatto la loro comparsa, dando ai giocatori delle figure a cui affezionarsi senza dover conoscere il source material.

La nuova espansione di Hearthstone riprende fortemente questo tema, presentando come star del set il Dr. Boom, già apparso nella prima espansione di Hearthstone Goblin vs. Gnomi. Nel dicembre 2014 questo goblin esisteva soltanto per essere una parodia del più famoso personaggio della Marvel Dr. Doom, ma la sua inaspettata potenza lo ha reso celebre tra i giocatori tanto che se n’è continuato a parlare a distanza di anni.

In Operazione Apocalisse il tema centrale è la ricerca scientifica, e nel suo laboratorio il Dr. Boom e i suoi assistenti hanno ideato nuovi tipi di Robot che si possono combinare tra loro grazia alla meccanica del Magnetismo, Magie Leggendarie dagli effetti strepitosi e Servitori Omega che hanno effetti aggiuntivi quando giocati al massimo del Mana.

Come ormai è tradizione, con il rilascio di un’espansione ci sarà anche una modalità abbinata godibile in singolo giocatore e totalmente gratuita: il Laboratorio Misteri. Si tratta di un contenuto di genere roguelike dove il giocatore parte con poche risorse selezionate e superando una serie di sfide casuali acquisisce poteri sempre più grandi per fronteggiare la sfida finale.

Per questa espansione sono disponibili per la prima volta due opzioni di preordine: il tradizionale pacchetto da 50 bustine più un dorso delle carte esclusivo, che questa volta garantisce anche una copia dorata di una carta Leggendaria del set, e un pacchetto da 80 bustine, che oltre a includere i beni precedenti assegna subito ai giocatori un Ritratto esclusivo per il proprio Eroe, che raffigura la versione alternativa di un altro personaggio molto amato dai giocatori di Hearthstone, il demone Jaraxxus. Operazione Apocalisse è quindi la prima ‘operazione nostalgia’ autoreferenziale di Hearthstone, una manovra che è stata in grado di imbastire solo dopo aver fidelizzato la propria base giocante e averla abituata al proprio stile e umorismo peculiare.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi