Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Serie B, Gastaldello e Greco fermi tre giornate

Vai alla versione integrale
© LAPRESSE
Il giudice sportivo ha fermato per un turno anche Golemic del Crotone, Marras del Pescara e il tecnico del Foggia Grassadonia

MILANO - Il giudice sportivo ha fermato quattro giocatori a seguito della prima giornata del campionato di Serie B. Tre turni di squalifica sono stati comminati a Daniele Gastaldello, del Brescia, "per avere, al 24' del secondo tempo, con il pallone non adistanza di giuoco ed in reazione ad un fallo subito, colpito con un pugno al viso un calciatore della squadra avversaria". Stessa sanzione di tre giornate per Leandro Greco, della Cremonese ("per avere, al 7' del secondo tempo, colpito con una violentamanata al volto un calciatore della squadra avversaria"). Anche gli altri due giocatori fermati, entrambi per un turno, sono reduci da cartellini rossi. Si tratta di Vladimir Golemic del Crotone ("doppia ammonizione per comportamento scorretto neiconfronti di un avversario") e Manuel Marras del Pescara ("doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario"). Squalificato per una giornata (con ammenda di 3.000 euro) anche il tecnico del Foggia, Gianluca Grassadonia, "per avere, al 34" del secondo tempo, contestato platealmente l'operato arbitrale uscendo dall'area tecnica e urlando all'indirizzo del Direttore digara espressioni irriguardose; inoltre, all'atto dell'allontanamento, assumeva un atteggiamento minaccioso nei confronti del Quarto Ufficiale al quale indirizzava espressioni irriguardose".

MULTE - Duemila euro di ammenda per Brescia ("per avere suoi sostenitori, nel corso delle gara,acceso alcuni bengala e fumogeni nel proprio settore"), Cremonese ("per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso alcuni fumogeni e bengala nel proprio settore") e Lecce ("per avere suoi sostenitori, nel corso della gara,acceso nel proprio settore numerosi fumogeni"). Ammenda di 1.000 euro a Benevento ("per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso nel proprio settore due fumogeni"), Verona ("per avere ingiustificatamente causato ilritardato inizio della gara di circa tre minuti"), Padova ("per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso due fumogeni nel proprio settore"), Palermo ("per avere suoi sostenitori, nel corso del primo tempo, acceso nel proprio settore due fumogeni") e Spezia ("per avere suoi sostenitori, al 12' del primo tempo, fatto esplodere un petardo nel proprio settore").